Tag Archives: vento

Riconoscere la Meteoropatia come malattia…

16 Ott

Il titolo messo giù così può sembrare un po’ forte, ma avere l’umore che si comporta a seconda del tempo è veramente un casino.

Sono da sempre Meteoropatico, ma negli ultimi anni la cosa sta diventando ancora più forte… è assurdo come cambi il mio umore a seconda se c’è il sole oppure piove.

La cosa strana è che non che odio la pioggia, nel senso che talvolta ci sta, contribuisce a far scaricare le tensioni, ma se reiterata, mi rendo conto che mi rattristisce parecchio e fa venire a galla malumori, pensieri, preoccupazioni e tanto altro. Pensieri che in fin dei conti inconsciamente ognuno di noi ha sempre, ma almeno per me sono alimentati soprattutto a seconda del tempo.

E’ incredibile invece come contribuisca positivamente al mio umore svegliarmi con una giornata di sole, come stamattina dalle mie parti. Divento Iperattivo, faccio 200 cose, metto in atto un sacco di idee e ho quella voglia di spaccare il mondo, che invece si appiattisce precipitosamente durante i giorni di pioggia.

Altro fatto curioso sono le conseguenze fisiche, che forse più di quelle psicologiche, sono più comuni per tutti (almeno credo).
Sono un po’ come i cani che avvertono i terremoti 😉
Anzi, dirò di più… ogni terremoto più o meno lontano l’ho avvertito qualche minuto prima… Sono come un bracco!!!!

Per esempio, il mio nervosismo pre-temporalesco è pari a quello di molte donne nel pre-mestruo ahah. Qualora si stesse per alzare il tempo, il mal di testa è in agguato, per non parlare anche qui di nervosismo.
La pioggia mi mette una strana fiacca, dico strana, perché odio star fermo.

Insomma, sto pensando seriamente di trasferirmi alle Cayman, uno di quei posti dove c’è sempre il sole e sopradicissimi temporali… insomma, mi vedo un futuro a vendere Cocchi sui litorali Caraibici 😉

E cmq ragazzi, siccome oggi è una bella giornata, mi rimetto a lavoro e cerco di portare quanti più risultati… l’inverno sta arrivando, quindi non posso più contare sulla stabilità del tempo e quindi dei miei umori 😉

Volete dei rimedi contro la meteoropatia??? Alcuni Testoni suggeriscono questi:

Un rimedio naturale ed efficace contro i principali sintomi della meteoropatia è costituito da un composto a basse dell’alga Ecklonia Bicyclis,  Tribulus Terrestre eGlucosamina.

Utili sono gli integratori a base di triptofano, un aminoacido essenziale che agisce sull’umore e sulla depressione. Per l’ansia è indicato l’uso di magnesio, minerale adatto negli stati di iperemotività.

Per depurare l’organismo dalle tossine è consigliabile l’uso di macerato glicemico di gemme di vite, un ottimo rimedio per drenare l’organismo. Per combattere la malinconia, è valido l’olio di palmarosa con i suoi potenti rilassanti a livello psichico. I fiori di Bach infine, come il Mustard, servono a ridare energia e equilibrio a un corpo stanco e stressato.

690c5lww8o84sgsso4swkw8gk8o.600-353x210

Consigli per Lanzarote

4 Ago

Una vacanza splendida e un’isola che è stata proprio una bella scoperta.
Queste sono le uniche frasi dettate dal sentimento piacevole e personale di aver scoperto una Perla delle Canarie. Il resto sarà solamente una guida per chi vorrà intraprendere una vacanza a prezzi contenuti verso una meta ancora non troppo conosciuta e dalle spiagge quasi incontaminate.

Parto subito sfatando un taboo. Chi va alle Canarie è sempre spaventato da questo “fantomatico” mare gelido e ammetto che anche noi lo eravamo. Beh, state pure tranquilli, il mare nn è di certo un brodo, ma l’acqua fresca è davvero piacevole, oltre che splendida, soprattutto a Sud dell’isola.

Le Spiagge più belle sono indubbiamente quelle del “Papagayo“. Esattamente 6 calette tutte vicine e LIBERE, dal mare splendido, quasi mai agitato e con poca gente a popolarle.

Andando verso nord, l’unica che segnalerei è quella di Punta Mujeres, nei pressi di Arrieta, località dove si mangerebbe un ottimo pesce, dicono.

Tutta l’isola è accompagnata da un vento quasi sempre piacevole, tranne quando diventa incazzato e li stare in spiaggia diventa un toccasana per il sole cocente, ma anche una sfida a non riempire occhi e orecchie di sabbia.

Lanzarote è molto bella anche la sera. Ristoranti dove mangiar bene non mancano. L’isola è culinariamente contaminata dalle colonizzazioni spagnole, ma rimane qualcosa che si rifà di sicuro al posizionamento geologico africano.

Mangiare bene cmq non è difficile. La sola zona viva di Puerto del Carmen offre qualsiasi tipo di soluzione per gusti e prezzi.
Ci sarà andata bene, ma abbiamo sempre mangiato a modo spendendo non troppo.

Se volete mangiare pesce e mangiarlo bene, allora dovete andare a vedere la zona del Lago Verde (bellissimo al colpo d’occhio), quella di “El Golfo“. In questo spezzone di terra pullulano i ristoranti con “Pescado del Dia” e si mangia davvero bene a prezzi contenuti.
Andando via da El Golfo, di sicuro c’è da fare una puntatina alle scogliere di “Los Hervideros” e poi un giro per scattare qualche foto alle Saline. Davvero belle da vedere.

Lanzarote è un’isola scalfita da tre elementi naturali principali: il vento, il mare e la lava delle ripetute eruzioni del passato.
Girando per quest’isola talvolta ci si chiede se si è atterrati sulla luna. I paesaggi sono al limite del terrestre e vedere ettari di lava solidificata come scenografia dell’isola è davvero particolare.
Altra curiosità sulla lava è che gli abitanti che hanno una casa con giardino, hanno quasi sempre anche un appezzamento ben delineato di lava, quasi come fosse motivo d’orgoglio possederne un po’.

Le attrazioni dell’isola che consiglio sono: il “Parco Timanfaya“, l’emblema della forza delle eruzioni vulcaniche, dove ancora oggi si possono vedere geyser e piccoli passaggi lavici nel sottosuolo.
Consiglio anche il “Mirador del Rio“, praticamente una vista mozzafiato a diverse centinaia di metri d’altezza sullo stretto che divide Lanzarote da “La Graciosa“.
Sconsiglierei la visita a “Cuevas de Los Verdes” e “Jameos de Agua“, grotte vulcaniche che lasciano il tempo che trovano.

Non abbiamo visto la casa di Cesar Manrique, l’architetto/artista più famoso di Lanzarote, forse anche perché ad ogni angolo dell’isola che giri ti trovi una sua realizzazione.

Molto bello anche il mercatino domenicale di “Teguise“, pieno di oggetti lavici lavorati a mano o le bancarelle piene di creme d’ogni tipo all’Aloe, pianta onnipresente sull’isola.

La Capitale “Arrecife” credo che sia unicamente il crocevia per attraversare Lanzarote da Nord a Sud, ma a vederla sembrerebbe una città presa di mira da diversi ceppi scissionisti e non troppo sicura.

Consiglio quest’isola soprattutto alle giovani coppie, gruppi di Amici senza il mito “Ibizenco” (Divertimenti se ne trovano, ma di sicuro non ci si va per sballarsi) e le famiglie con bambini non troppo piccoli, visto che la maggior parte delle spiagge nn è raggiungibile senza percorsi sterrati e i bar non sono sempre a portata di mano.

Il bello di Lanzarote forse è che ancora in pochi la conoscono e che tanti altri sono spaventati dal mare freddo, ma se avessi potuto fare un’altra settimana, mi sarei trattenuto volentieri.
Paesaggi, sole, mare e cibo buoni sollazzano l’animo e il corpo.

I prezzi sono ancora bassi. Una settimana per due persone con pernotto, voli e macchina a noleggio (indispensabile per girare ovunque) costano poco più di 1000€. Il resto è a discrezione del vostro portafogli.

Concludo dicendo che Lanzarote mi è rimasta piacevolmente dentro e chissà mai che tra dieci anni ci ritorneremo.

20130804-204552.jpg

20130804-204449.jpg

20130804-204437.jpg

20130804-204354.jpg

20130804-204338.jpg

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: