Tag Archives: top

Il Mestiere del #TOP Dj Producer è quello più Poliedrico: ecco perché!

9 Nov

I Modi di dire dell’International #TOP Dj Producer dei giorni nostri sono talmente coloriti, che fanno di questo mestiere il più polivalente al mondo, alla facciazza di quelli che invece gli dicono spesso: “trovati un lavoro vero“…

Le metafore usate dal #TOP Dj Producer sono degne d’essere impresse in una speciale “Hall of Fame” o trascritte su un vademecum da portare sempre con sè, perché il Vero #Top Dj Producer deve sempre avere la frase giusta da dire in ogni occasione.

Qui ci sono 10 modi di dire che fanno del #TOP Dj Producer (International e bla bla bla…) un lavoratore a 360° che nulla ha da invidiare agli altri, perché LUI, il Dj #TOP li include tutti!!!

  1. Il #TOP Dj Barbiere: “Stasera li ho spettinati tutti”.
  2. Il #TOP Dj Falegname: “Faccio più tavoli io, che Mastro Geppetto”.
  3. Il #TOP Dj Fabbro: “Ho martellato come se non ci fosse un domani”.
  4. Il #TOP Dj Calzolaio: “Suono della musica che slaccia le scarpe”.
  5. Il #TOP Dj Salumiere: “Stasera metto su pure un po’ di Bresaola”
  6. Il #TOP Dj Consulente Viaggi: “La Deep mi fa viaggiare di brutto”
  7. Il #TOP Dj Poeta: “Questo disco ha scritto la storia della Dance”
  8. Il #TOP Dj Kamikaze: “Sono carico come una mina”
  9. Il #TOP Dj Eroe: “Fino alla Fineeeeeeee”
  10. Il #TOP Dj Wrestler: “Stasera spacchiamo tutto”

Mi raccomando, portiamo sempre nella borsetta (con le chiavette e le cuffie) anche questa semplice guida, se no sò cazzi… sia mai che qualche proprietario di negozio d’intimo ci adocchi e poi ci chieda di passare due dischi in vetrina e noi, non si è pronti con la giusta frase ad effetto prima d’iniziare: Il @#TOP Dj Manichino

Immagine

10 Cose da fare (davvero)… COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI!!!

29 Ott

La Moda del momento è fare tutto “come se non ci fosse un domani“! Frase per lo più usata al Nord, ma che ho potuto appurare ormai colonizzata anche da Roma in giù.

Di solito usano questa frase nell’ambito dei locali, della Nightlife in genere… e come sempre è curioso leggerne l’uso assolutamente improprio!!

Basta andare su facebook per leggere frasi tipo:

  • Stasera si sboccia come se non ci fosse un domani
  • Stanotte spaKKo tutto come se non ci fosse un domani
  • Fanculo tutto il sistema come se non ci fosse un domani
  • Mangio tortellini come se non ci fosse un domani
  • Mi taglio i capelli come se non ci fosse un domani
  • Mi tatuo tutto come se non ci fosse un domani
  • Mi compro due paia di mutande come se non ci fosse un domani
  • postare link su facebook come se non ci fosse un domani
  • fare foto con la bocca a culo come se non ci fosse un domani
  • Ho bevuto belvedere come se non ci fosse un domani
  • Ho fatto una cagata come se non ci fosse un domani
  • Ho bestemmiato come se non ci fosse un domani
  • Offendo tutti sui Social Network come se non ci fosse un domani
  • Alcolizzarsi come se non ci fosse un domani
  • Vomitare come se non ci fosse un domani
  • Fare le mani a cuore come se non ci fosse un domani
  • Stasera mi butto su qualsiasi Figa come se non ci fosse un domani
  • Voglio pettinarmi come se non ci fosse un domani
  • Andarmene dall’Italia come se non ci fosse un domani

Vorrei andare avanti, ovviamente come se non ci fosse un domani, ma forse è meglio fermarmi qui (come se non ci fosse un domani)!!!

esistono anche un sacco di pagine faceboook che utilizzano questo modo di dire. Ve le linko qui sotto… come se non ci fosse un domani chiaramente:

Prima di mandarmi a cagare come se non ci fosse un domani, vorrei personalmente scrivere qui di seguito e di getto, ciò che farei davvero come se non ci fosse un domani.
Provate anche voi a pensarci 😉

  1. Manderei a Fanculo tutti quelli che fino ad oggi ho dovuto rispettare per forza.
  2. Mi sputtanerei fino all’ultimo centesimo con tutto quello che mi piace fare.
  3. Andrei a New York giusto per morire in quella che considero la città più simile a me.
  4. Andrei a San Siro e invaderei il campo solo per triangolare con Kakà
  5. Mi sposerei in cima alla Torre Eiffel con la donna che Amo (soli io e lei).
  6. Farei nomi e cognomi di tutti quelli che considero dei veri stronzi.
  7. Mi lancerei in studio con Albertino per fare almeno un intervento in diretta con lui parlando del niente.
  8. Abbraccerei i miei genitori fino a soffocarli (nel senso buono) per dire loro che gli voglio troppo bene.
  9. Mi tatuerei completamente con le figure più losche possibili.
  10. Mi ubriacherei nel peggiore dei modi e completamente nudo farei il mio ultimo lancio in paracadute, senza mai aprirlo.

L’ho promesso… non più di 10 e di getto… infatti, le ho scritte senza pensarci ed ecco cosa ne è venuto fuori… 
a dire il vero ne farei altre mille di cose, ma al momento mi sono venute queste.

Ho invece evitato tutte quelle cose “contro il sistema“, se no avrei riempito le 10 posizioni solo con quelle 😉

Se volete, commentate qui sotto con le vostre 10, ma fatelo COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI.

Immagine

Il Decalogo del “NIGHTWORKER” Moderno

26 Ott

Ispirato dai post notturni, quelli dei lavoratori della Nightlife che sembrano raccontare il Dopo Guerra o la presa della Bastiglia, puntualmente alle 4 del mattino, ho deciso di stilare il Dizionario del Dj moderno, cosicché qualcuno quando legge i loro post non possa dire: “ma questo che cazzo sta dicendo”…

1. NON CI FERMA UN CAZZO DI NESSUNO
– cosa credono: di arrivare con un Carro armato griffato Belvedere e al posto di sparare pallettoni, spruzzare vodka.
– cosa vuol dire veramente: ragazzi bisogna far vedere d’essere i più cazzuti perché se no stasera non ci caga nessuno.

2. CI SIAMO SOLO NOI
– cosa credono: che attorno qualsiasi locale abbia voglia di chiudere, perché nessuno può avere il medesimo stile e la stessa carica.
– cosa vuol dire veramente: sono solo loro, nel senso che hanno fatto 8 persone in tutto il locale, compreso il ragazzo che vende le rose.

3. TOOOP
– cosa credono: di fare la serata numero 1, quella che nn si vedeva dai tempi in cui Sasà Mikonos stupiva ancora per le sue dimensioni mentre ballava al Paradiso.
– cosa vuol dire veramente: un ragazzo forse di origini Baresi ha visto un ratto nelle vicinanze e quindi grida TOOOP

4. DELIRIO + nome del locale
– cosa credono: di aver fatto il botto, di aver fatto il bagno nella Belvedere, di aver soppiantato chiunque.
– cosa vuol dire veramente: che l’Art Director accecato dal “delirio di onnipotenza”, ha sputtanato l’incasso offrendo Veuve Clicquot a 4 fighe che gliel’hanno promessa, ma ovviamente mai data.

5. SOLO PER NUMERI 1
– cosa credono: di avere la clientela che farebbe vergognare di esistere gente come gli Emiri Arabi, Lady Gaga, Madonna, Richard Branson e Donald Trump.
– cosa vuol dire veramente: la domanda nasce da “quanti numeri di bottiglie abbiamo venduto e non regalato a cazzo al primo rampollo con i capelli cotonati”: 1!

6. ABBIAMO SPAKKATO TUTTO
– cosa credono: di aver fatto una serata che al cospetto, lo Studio 54 era una bocciofila e lo Schiuma Party dell’Amnesia, un bagnetto per neonati.
– cosa vuol dire davvero: hanno alzato così tanto il volume dell’impianto che hanno spaccato casse, woofer, mixer, lettori e anche i coglioni a quelli che abitano a 8km di distanza.

7. LE FOTO CON LE
MANI A CUORE

– cosa credono: che se non ce le hai in ogni foto, allora non sei degno d’essere immortalato.
– cosa vuol dire veramente: nessuno lo sa, perché nessuno ha capito chi cazzo l’ha fatto la prima volta e perché fa così FIGO farlo ora.

8. STASERA GASIAMO
– cosa credono: di trasformare l’acqua Guizza in Belvedere e sentirsi così dei Gesù Cristo della notte.
– cosa vuol dire veramente: che prima di iniziare la serata devono caricare casse di bollicine dietro al bancone del bar per poi regalarle (regolarmente) al primo rampollo incamiciato con le iniziali cucite in pelo di Alpaka.

9. STASERA ABBIAMO SPETTINATO TUTTI
– cosa credono: di avere il volume talmente alto da spettinare anche i ciuffi phonati al meglio con le vibrazioni dell’impianto.
– cosa vuol dire veramente: ospite della serata l’imitatore ufficiale di Edward Mani di Forbice

10. STASERA PARCHEGGIO IN CONSOLE
– cosa credono: di arrivare con una Gallardo e farsi vedere da tutti e magari ritrovarsi materializzati in console al fianco di Steve Aoki che chiede loro un passaggio per il ritorno
– cosa vuol dire veramente: che se gli va di culo, sono arrivati in Graziella e se è proprio la serata fortunata riescono a farsi 15 minuti saltellando dietro la schiena del Dj Resident che puntualmente vorrebbe ammazzarli di botte, perché lui intanto lavorerebbe.

Ecco, questi sono 10 punti che ho voluto condividere con voi frequentatori della Nightlife.
L’intenzione?!? Facciamoci 2 risate e prendiamoci meno sul serio.

Se qualcuno si è sentito offeso, allora faccia attenzione a nn chiudersi la coda di paglia nella porta 😉

20131026-123923.jpg

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: