Tag Archives: NIGHTLIFE

10 Cose da fare (davvero)… COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI!!!

29 Ott

La Moda del momento è fare tutto “come se non ci fosse un domani“! Frase per lo più usata al Nord, ma che ho potuto appurare ormai colonizzata anche da Roma in giù.

Di solito usano questa frase nell’ambito dei locali, della Nightlife in genere… e come sempre è curioso leggerne l’uso assolutamente improprio!!

Basta andare su facebook per leggere frasi tipo:

  • Stasera si sboccia come se non ci fosse un domani
  • Stanotte spaKKo tutto come se non ci fosse un domani
  • Fanculo tutto il sistema come se non ci fosse un domani
  • Mangio tortellini come se non ci fosse un domani
  • Mi taglio i capelli come se non ci fosse un domani
  • Mi tatuo tutto come se non ci fosse un domani
  • Mi compro due paia di mutande come se non ci fosse un domani
  • postare link su facebook come se non ci fosse un domani
  • fare foto con la bocca a culo come se non ci fosse un domani
  • Ho bevuto belvedere come se non ci fosse un domani
  • Ho fatto una cagata come se non ci fosse un domani
  • Ho bestemmiato come se non ci fosse un domani
  • Offendo tutti sui Social Network come se non ci fosse un domani
  • Alcolizzarsi come se non ci fosse un domani
  • Vomitare come se non ci fosse un domani
  • Fare le mani a cuore come se non ci fosse un domani
  • Stasera mi butto su qualsiasi Figa come se non ci fosse un domani
  • Voglio pettinarmi come se non ci fosse un domani
  • Andarmene dall’Italia come se non ci fosse un domani

Vorrei andare avanti, ovviamente come se non ci fosse un domani, ma forse è meglio fermarmi qui (come se non ci fosse un domani)!!!

esistono anche un sacco di pagine faceboook che utilizzano questo modo di dire. Ve le linko qui sotto… come se non ci fosse un domani chiaramente:

Prima di mandarmi a cagare come se non ci fosse un domani, vorrei personalmente scrivere qui di seguito e di getto, ciò che farei davvero come se non ci fosse un domani.
Provate anche voi a pensarci 😉

  1. Manderei a Fanculo tutti quelli che fino ad oggi ho dovuto rispettare per forza.
  2. Mi sputtanerei fino all’ultimo centesimo con tutto quello che mi piace fare.
  3. Andrei a New York giusto per morire in quella che considero la città più simile a me.
  4. Andrei a San Siro e invaderei il campo solo per triangolare con Kakà
  5. Mi sposerei in cima alla Torre Eiffel con la donna che Amo (soli io e lei).
  6. Farei nomi e cognomi di tutti quelli che considero dei veri stronzi.
  7. Mi lancerei in studio con Albertino per fare almeno un intervento in diretta con lui parlando del niente.
  8. Abbraccerei i miei genitori fino a soffocarli (nel senso buono) per dire loro che gli voglio troppo bene.
  9. Mi tatuerei completamente con le figure più losche possibili.
  10. Mi ubriacherei nel peggiore dei modi e completamente nudo farei il mio ultimo lancio in paracadute, senza mai aprirlo.

L’ho promesso… non più di 10 e di getto… infatti, le ho scritte senza pensarci ed ecco cosa ne è venuto fuori… 
a dire il vero ne farei altre mille di cose, ma al momento mi sono venute queste.

Ho invece evitato tutte quelle cose “contro il sistema“, se no avrei riempito le 10 posizioni solo con quelle 😉

Se volete, commentate qui sotto con le vostre 10, ma fatelo COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI.

Immagine

Annunci

Il Decalogo del “NIGHTWORKER” Moderno

26 Ott

Ispirato dai post notturni, quelli dei lavoratori della Nightlife che sembrano raccontare il Dopo Guerra o la presa della Bastiglia, puntualmente alle 4 del mattino, ho deciso di stilare il Dizionario del Dj moderno, cosicché qualcuno quando legge i loro post non possa dire: “ma questo che cazzo sta dicendo”…

1. NON CI FERMA UN CAZZO DI NESSUNO
– cosa credono: di arrivare con un Carro armato griffato Belvedere e al posto di sparare pallettoni, spruzzare vodka.
– cosa vuol dire veramente: ragazzi bisogna far vedere d’essere i più cazzuti perché se no stasera non ci caga nessuno.

2. CI SIAMO SOLO NOI
– cosa credono: che attorno qualsiasi locale abbia voglia di chiudere, perché nessuno può avere il medesimo stile e la stessa carica.
– cosa vuol dire veramente: sono solo loro, nel senso che hanno fatto 8 persone in tutto il locale, compreso il ragazzo che vende le rose.

3. TOOOP
– cosa credono: di fare la serata numero 1, quella che nn si vedeva dai tempi in cui Sasà Mikonos stupiva ancora per le sue dimensioni mentre ballava al Paradiso.
– cosa vuol dire veramente: un ragazzo forse di origini Baresi ha visto un ratto nelle vicinanze e quindi grida TOOOP

4. DELIRIO + nome del locale
– cosa credono: di aver fatto il botto, di aver fatto il bagno nella Belvedere, di aver soppiantato chiunque.
– cosa vuol dire veramente: che l’Art Director accecato dal “delirio di onnipotenza”, ha sputtanato l’incasso offrendo Veuve Clicquot a 4 fighe che gliel’hanno promessa, ma ovviamente mai data.

5. SOLO PER NUMERI 1
– cosa credono: di avere la clientela che farebbe vergognare di esistere gente come gli Emiri Arabi, Lady Gaga, Madonna, Richard Branson e Donald Trump.
– cosa vuol dire veramente: la domanda nasce da “quanti numeri di bottiglie abbiamo venduto e non regalato a cazzo al primo rampollo con i capelli cotonati”: 1!

6. ABBIAMO SPAKKATO TUTTO
– cosa credono: di aver fatto una serata che al cospetto, lo Studio 54 era una bocciofila e lo Schiuma Party dell’Amnesia, un bagnetto per neonati.
– cosa vuol dire davvero: hanno alzato così tanto il volume dell’impianto che hanno spaccato casse, woofer, mixer, lettori e anche i coglioni a quelli che abitano a 8km di distanza.

7. LE FOTO CON LE
MANI A CUORE

– cosa credono: che se non ce le hai in ogni foto, allora non sei degno d’essere immortalato.
– cosa vuol dire veramente: nessuno lo sa, perché nessuno ha capito chi cazzo l’ha fatto la prima volta e perché fa così FIGO farlo ora.

8. STASERA GASIAMO
– cosa credono: di trasformare l’acqua Guizza in Belvedere e sentirsi così dei Gesù Cristo della notte.
– cosa vuol dire veramente: che prima di iniziare la serata devono caricare casse di bollicine dietro al bancone del bar per poi regalarle (regolarmente) al primo rampollo incamiciato con le iniziali cucite in pelo di Alpaka.

9. STASERA ABBIAMO SPETTINATO TUTTI
– cosa credono: di avere il volume talmente alto da spettinare anche i ciuffi phonati al meglio con le vibrazioni dell’impianto.
– cosa vuol dire veramente: ospite della serata l’imitatore ufficiale di Edward Mani di Forbice

10. STASERA PARCHEGGIO IN CONSOLE
– cosa credono: di arrivare con una Gallardo e farsi vedere da tutti e magari ritrovarsi materializzati in console al fianco di Steve Aoki che chiede loro un passaggio per il ritorno
– cosa vuol dire veramente: che se gli va di culo, sono arrivati in Graziella e se è proprio la serata fortunata riescono a farsi 15 minuti saltellando dietro la schiena del Dj Resident che puntualmente vorrebbe ammazzarli di botte, perché lui intanto lavorerebbe.

Ecco, questi sono 10 punti che ho voluto condividere con voi frequentatori della Nightlife.
L’intenzione?!? Facciamoci 2 risate e prendiamoci meno sul serio.

Se qualcuno si è sentito offeso, allora faccia attenzione a nn chiudersi la coda di paglia nella porta 😉

20131026-123923.jpg

Da Grandi imitazioni derivano Grandi responsabilità.

13 Ott

Cominciavo a chiedermi dove fossero… iniziavo a pensare che la cosa non facesse gola a nessuno, ma non ne ero poi così convinto, anche perché davanti ad una telecamera, anche solo fosse quella del parente che porta la cinepresa ad ogni pranzo di Natale , ci vogliono stare tutti.

Cerco d’andare per ordine. Poco più di un anno fa ho iniziato questo percorso che ho chiamato MINICLUBBING TV. A dire il vero avevo già fatto qualcosa con la più “Ego riferita” FDV TV – avevo cominciato la cosiddetta fase beta, quella d’iniziazione, quella che ti fa capire se stai facendo una puttanata oppure la direzione potrebbe essere quella giusta.

Portare le Telecamere nei locali è stata una sfida, di quelle nate con l’apparecchietto da 200€ comprato da Mediaworld un pomeriggio qualunque. Uno di quelli, che quando esci dal negozio con il sacchetto, ti offendi da solo perché se dentro di te il tuo IO ci crede, la tua realtà invece ti dice: “i locali non vogliono più spendere un soldo, si accontentano dei Dj (Pr con le chiavette USB e i dischi scaricati da Torrent), quelli gestiti dai Tavolari, altrimenti detti “NON CI FERMA UN CAZZO DI NESSUNO BOYS”.

Ho divagato un po’, ma mi piace sempre ricordare quando ho iniziato questo percorso. Quando ho iniziato a dire ai Direttori di locali: “facciamo il video della serata“?!? – la risposta era: “se ti va…” – cioè, credevano lo volessi fare per la gloria!! 
Per fortuna, nonostante scetticismo, ignoranza (nel senso di ignorare ciò che stessi facendo) e tanto altro, qualcuno ha cominciato a crederci.

Più volte in quest’anno, in queste 700.000 visualizzazioni, in questi 30 e passa locali che ci hanno scelto, ho pensato: “strano che nessuno ancora stia facendo la stessa cosa” – parliamoci chiaro: stare davanti ad una telecamera è difficile, ma con un po’ di faccia tosta e una piccola dose d’egocentrismo ci possono riuscire tutti. Un fatto diverso è di sicuro avere una buona strumentazione (la telecamerina da 200€ è un ricordo lontano), un buon cameraman, qualcosa da dire, un bel montaggio, una forte cassa di risonanza sul web e cosa più importante: UN CACHET CONTENUTO!

Ecco forse perché in quest’anno non ho mai visto qualcosa di simile, ma per contrappasso comincio a vedere qualche imitazione in giro. 
Essere “imitati” è un segno che le cose le stai facendo bene e questo non mi fa paura, anzi, mi mette quella giusta pressione per farmi migliorare ancora di più il prodotto.

Ovviamente spero che i direttori seri, i bravi gestori e chi fino ad oggi ha capito MINICLUBBING, non si innamori di nuove, ma forse ancora troppo acerbe realtà(?!).

Col tempo sicuramente arriverà qualcuno davvero bravo e concorrenziale. Da parte mia non mi resta che continuare a cercare quantomeno di fare la differenza.

Scusate se non faccio pubblicità alla concorrenza, ma qui le visualizzazioni bisogna sudarsele, quindi preferisco rimandarvi sempre a guardare il mio canale e pubblicizzare i locali che ci hanno scelto: http://www.youtube.com/MINICLUBBINGTV

Immagine

Giovani Artisti della Notte che mi hanno stupito.

23 Feb

Era qualche tempo che non guardavo con ammirazione gli Artisti che lavorano nel mondo della Nightlife, forse anche perché più passa il tempo e più l’improvvisazione in questo mestiere diventa padrona.

Non è difficile ormai vedere Vocalist che nascono come funghi solo perché si è soliti credere che tutti possono sparare “minchiate al microfono” oppure fare i Dj, perché tanto ormai ci sono i software che mettono i dischi a tempo e la musica si può scaricare da Emule o addirittura tirar giù con Keepvid da Youtube… mammamia che tristezza!!
Vabbè, i tempi cambiano e la maggior parte delle volte non vuol dire che migliorino, ma esistono dei micromondi da valutare bene.

Non scrivo questo Post per fare polemica, anche perché se no finirei domani, ma per citare tre Artisti della Notte che mi hanno davvero stupito, per quelli che io considero i cardini principali del successo: UMILTA’, PASSIONE e DNA ARTISTICO.

Mi piace citare le persone Brave, mi piace parlare di chi è davvero notevole e ci mette il cuore in quello che fa… anzi, considero sfigati quelli che commentano sempre con un: “si, bravino, ma ha ancora da imparare”… ma per favore… meno invidia please e più sicurezza di se stessi… qui c’è gente che fa parte di un sottobosco che da’ TANTA, MA TANTA POLVERE anche a quelli più blasonati.

In questo articolo vi segnalo due Dj e un Vocalist che ho conosciuto negli scorsi mesi in Terra Emiliana, regione da sempre attenta alla Nightlife.

  • GIANLUCA ZUNDA: Dj Producer, conosciuto alla Fonderia Italghisa di Reggio Emilia dov’è Dj Resident e Art Director.
    Gianluca è l’umiltà fatta persona, nonché un Dj con una passione e un’energia fuori dal comune. Conosciuto grazie al mio Fratellone Alex Nocera che mi aveva già parlato benissimo di lui.
    Nato in Italia nel 1984 da genitori argentini, si avvicina al mondo della musica all’età di soli 4 anni; studia pianoforte per dieci anni, prima da privato, poi al conservatorio di Reggio Emilia e a 13 anni si diploma in solfeggio e teoria musicale con il massimo dei voti.

Ecco il link del suo sito web dove potrete saperne di più: http://gianlucazunda.com/main.html

Immagine

  • MAICOL BASSI: Vocalist e Art Director dell’Astrolabio di Parma.
    Classe 1989, Maicol stupirebbe i migliori Vocalist Italiani per una serie di caratteristiche che credo lo porteranno davvero ad essere a breve uno dei NUMERI 1 d’Italia.
    Una Carica impressionante: balla, canta, vocalizza, ammicca e come se non bastasse è gentile e disponibile con chiunque. Anche la natura ha fatto la sua parte, infatti può essere considerato uno dei motivi per cui l’Astrolabio è pieno di ragazze, alcune di queste vanno proprio perché sanno di trovare lui.

Ecco un link dove potrete saperne di più: https://www.facebook.com/MaicolBassiVocalist?fref=ts

  • PAOLO BALDES: Dj e Organizzatore di eventi conosciuto all’XXL di Parma dove sono stato ospite due giorni fa.
    Soli 24 anni, quindi anche in questo caso, giovane, ma già molto bravo.
    Tecnica e professionalità su tutti i generi musicali, incentrati a far ballare con ritmo e senza sosta ogni tipo di discoteca.
    Paolo mi ha stupito per una Tecnica impressionante che farebbe venire la pelle d’oca anche ai Grandi Dj.
    Una scioltezza e una manualità non solo nel mixaggio, ma anche nello scratch. Insomma, sto ragazzo a mio avviso farà davvero tanta strada. Non a caso è uno dei finalisti del PIONEER DJ CONTEST 2013 e per quanto mi riguarda potrebbe vincerlo a mani basse.
    A fine serata gli ho detto più volte quanto secondo me sia bravo, ma credo non mi abbia preso sul serio eheh


Qui il video della sua presentazione al PIONEER CONTEST: http://youtu.be/vAuXCh5tyjk

Li ho conosciuti tutti nel giro degli ultimi mesi  e vi assicuro che è stato bello vedere quella passione che mi ha fatto ricordare quando ho iniziato io. La FAME, la Voglia di spaccare tutto e di dimostrare d’essere davvero Bravi!!!
Io ne ho conosciuti tre, ma sono convinto che li fuori ce ne siano un bel po’ che non vedono l’ora di dimostrare che non bisogna per forza avere dei nomi Super Blasonati per avere gli ingaggi migliori nei locali Italiani, che, lasciatemelo dire avrebbero bisogno di UN RESTYLING ARTISTICO TOTALE.


426038_443935625679259_1998241869_n

RICORDATE QUESTI TRE NOMI, perché faranno strada:

  • Gianluca Zunda
  • Maicol Bassi
  • Paolo Baldes

BUONA MUSICA E PASSIONE SEMPRE A TUTTI!!!!

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: