Tag Archives: casa

Viale Lunigiana 4 – Atto Finale

22 Apr

Sembrava solo ieri quando con una certa amarezza e altrettanta convinzione davo la disdetta di casa. Quella casa sita in viale Lunigiana 4.
Ricordo come se fossero ieri quei giorni di fine novembre, dove decisi di lasciare questa casa, simbolo (allora) di un fallimento. L’unica cosa che mi interessava era andare via al più presto, perché pensavo che quella casa non avesse più senso d’essere abitata da me.
Sono passati i mesi e il fatidico giorno del trasloco è arrivato. È pazzesco come il cervello sia una “sfoglia di cipolla” e quanto inaspettatamente puoi cambiare visione delle cose.
È incredibile come gli ultimi mesi abbiano avuto un’importanza vitale per me come mi abbiano fatto rivedere questa casa sotto tutt’altro punto di vista.
E altrettanto incredibile vedere come se non fosse stato puramente per questioni economiche (1000€ al mese d’affitto sa sostenere da solo sono veramente troppe), sarei voluto tanto rimanere qui, proprio per i ricordi splendidi degli ultimi quattro mesi vissuti insieme ad una persona della quale ho totalmente perso la testa 🙂
Da un paio di giorni ammetto di avere una strana nostalgia e forse anche una sensibilità che non pensavo mi appartenesse, ma che ho riscoperto negli ultimi mesi.
Mi dispiace lasciare questa casa, ma forse è vero che se con te porti ciò che davvero hai trovato d’importante, allora il resto è solo un contorno che può essere sostituito con qualcosa di bello, unico e tutto nuovo.
P.s. Tu sai quanto mi mancherà questa casa e sai quanto mi rimarranno nel cuore gli ultimi mesi, soprattutto la prima sera, dove avevo una paura così grande che tu, hai eliminato con il tuo sorriso… un sorriso del quale mi sono innamorato… Grazie!

20130422-224452.jpg

Annunci

Viale Lunigiana 4

19 Dic

Agli occhi di tutti questo può sembrare solo un indirizzo, uno come tanti e invece per me ha significato tantissimo – è l’appartamento dove ho abitato e costruito parte della mia vita negli ultimi 2 anni.
Da una settimana circa ho dato la famosa disdetta di contratto della casa dove convivevo da 2 anni e ammetto che prima di farlo c’ho pensato mille volte. Mi giravo e rigiravo per capire se questa fosse la cosa giusta e poi senza pensarci troppo una mattina ho preso la decisione pensando che fosse la cosa giusta.

Purtroppo la “cosa giusta” non è quasi mai quello che vuoi veramente o cmq non arriva mai in un momento adatto. Del resto quale potrebbe mai essere il momento adatto, quando infondo tu stai bene e vorresti perseguire quella strada che hai scelto dopo tanta fatica?!…

Scrivo questo post perché un giorno so che lo rileggerò, come spesso mi accade e ricorderò questa casa come una delle esperienze più belle della mia vita.

Ci sono cose che nascono in un modo e fanno il loro tempo. Non puoi pretendere di mutarle o forzarti a credere che possano cambiare, perché dentro di te non cambieranno mai. Sarebbe come comprare un paio di calzini che ti piacciono molto, un giorno ne perdi uno e t’imponi di credere che potrai cmq metterne uno diverso e adattarti… no, penso sia impossibile, perché quel calzino ormai non c’è più e anche sostituirlo con un altro non sarebbe mai la stessa cosa, allora ecco perché è meglio buttar via anche il secondo, seppur a malincuore.

Ci sono cose che nascono perché devono seguire quella strada e se quella strada s’interrompe, allora è meglio cercare una soluzione, sperando sia una valida alternativa.

Ora resta a me capire se lasciare quest’appartamento così, oppure riempirlo di gente fino all’ultimo giorno per avere anche dei ricordi diversi da quelli bellissimi vissuti durante la mia convivenza e bruttissimi nel momento in cui tutto all’improvviso ha cessato di esistere.

Mia mamma da sempre dice: “è chi resta che sta peggio, non chi va via“… e questo vale in un viaggio, come in tutto il resto delle cose.

Ho visto in alcuni miei amici un’esperienza analoga, ho visto nei loro occhi lo smarrimento a trovarsi dove non avevano più ragione di stare e mi chiedevo il perché non chiudessero tutto e cambiassero vita subito… ora capisco che non è così facile chiudere tutto e ricominciare altrove, ma è una cosa che va fatta, perché purtroppo è quello il male minore.

Immagine

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: