Tag Archives: albertino

L’ascensore di Radio Deejay…

1 Feb

Scrivo questo Post oggi che Radio Deejay compie 31 anni… nata come me (guarda caso) nel 1982 eheh.

In queste prime tre settimane di diretta ho pensato spesso a quando avevo solo 16 anni… a quell’età avevo praticamente obbligato i miei genitori ad accompagnarmi a Milano perché volevo (pretendevo) di andare a vedere dal vivo gli studi di Radio Deejay.
La passione per la Radio era già radicata dentro di me e quella per Albertino, il mio “mentore” di sempre, una vera e propria “droga” verso l’etere. Passavo molti pomeriggi a ripetere le frasi del Deejay Time in quel di Portici, provincia Napoletana dove sono cresciuto per i primi 19 anni della mia vita e dove i miei amici storici mi guardavano stralunati e confusi tra la voglia d’arrivare e un sogno forse palesemente irrealizzabile per un ragazzino come tanti.

Ricordo bene quando mi sono trovato davanti al palazzo di Via Massena 2, la sede di Deejay e ho pensato: “non ci credo, sto salendo“. Ricordo che ero con mio Zio Alessandro, forse la persona che più di tutte ha riversato le sue passioni e i suoi sogni su di me, sperando che io riuscissi a realizzarli e Carlo, uno dei miei migliori amici di sempre.
Ricordo l’attesa nell’ascensore, quella salita fino al secondo piano che non finiva mai e quel piccolo sogno che man mano si stava per realizzare: “vedere finalmente il posto dove ogni giorno il mio idolo andava in diretta“.

Ricordo quando siamo usciti dall’ascensore che le mie gambe tremavano dall’emozione e il primo ad accoglierci fu Mario Fargetta, una persona di un’umiltà e disponibilità che quasi stonava con l’aurea che emanava ai miei occhi, ma oggi a distanza di 14 anni da quell’evento posso confermare che Mario è una persona davvero eccezionale e che quella semplicità fa proprio parte del suo carattere – ho avuto modo negli anni di intervistarlo in tv e suonare con lui in un paio di serate e confermo sempre quanto sia una persona estremamente disponibile.

Ritornando a quel giorno, ricordo d’aver visto sullo stesso piano e nel giro di 2 minuti, i Fichi d’India, Paoletta, il Dj Giuseppe e poi infine lui… Albertino. Ricordo inoltre che quel giorno non era particolarmente allegro, ma fu comunque disponibile e mi chiese: “quindi tu vuoi lavorare in radio?“… io risposi: “Si, è il mio sogno“… di sicuro lui avrà pensato: “tiè, eccone un altro“, ma fu comunque molto gentile e disponibile senza mai trattarmi come un ragazzino Pirla. Questo non lo dimenticherò mai.
E’ stata una gita breve, ma intensissima!

Finita la gita a Deejay ricordo ancora il ritorno, sempre in quell’ascensore e con le gambe che tremavano più di prima. Ricordo d’aver detto a mio Zio “un giorno io lavorerò in questo palazzo” e ora all’età di 30 anni pensare d’andare ogni giorno in quel palazzo per trasmettere in diretta su m2o (la radio “figlia” di Deejay), di fonte allo studio dove trasmette Albertino mi fa ancora tornare ragazzino.

L’ascensore è sempre lo stesso, quello che è cambiato forse è il tempo d’attesa che mi porta al secondo piano… l’ansia non c’è più, ma i sogni e l’emozione restano sempre.

In questi 14 anni ne è passata d’acqua sotto i ponti, ho avuto modo di lavorare per quasi 4 anni ad Rtl 102.5, Hit Channel, Radio Italia Network e altre realtà, ho avuto la fortuna di conoscere meglio in alcune serate in discoteca Albertino e di affiancare Fargetta, ma per me loro rimarranno sempre i miei idoli e nel mio cuore resteranno sempre nell’olimpo degli irraggiungibili.

Volevo condividere queste mie emozioni perché è proprio vero che crescendo si acquista di consapevolezza e le esperienze aiutano a vedere tutto in un modo più realistico, ma guardando la foto qui in basso io, personalmente mi emoziono sempre.

p.s. vi aspetto da lunedì a venerdì in diretta su m2o insieme a Selvaggia Lucarelli con LA FINE DEL MONDO.

Fabi & Albertino

Digital Camera

 

Qui sotto invece il video che ho dedicato l’anno scorso a Radio Deejay per i suoi primi 30 anni 🙂

Annunci

Nati nel 1982: Emozionarsi per un Sogno! #grandeda30anni

1 Feb

Una Miriade di Emozioni, impossibile descriverle tutte in un post, impossibile trasmetterle a chi non c’è stato, impossibile da ripetersi, se non (forse) ai prossimi 30 anni di RADIO DEE JAY… la Radio, non una Radio qualunque… un posto dove i sogni prendono realtà, una voce unica che mi accompagna da quasi 30 anni, una compagna che giorno per giorno ha lavorato nella mia testa facendomi innamorare perdutamente di questo mondo, quello fatto da una voce, qualche emozione e un microfono!!

Scusate se butto parole a caso, ma la Festa per i 30 anni di Dee Jay è stata più bella di un concerto degli U2, più emozionante di qualsiasi altra cosa che io potessi mai immaginare!!

Mai come oggi mi sono svegliato con una grande felicità interiore, ma allo stesso tempo quel magone da “post vacanze”, quello che ti prende inevitabilmente quando torni a casa e realizzi che continuerai a sentire i tuoi amici, ma non sarà la stessa cosa, perchè seppur per poco tempo tempo ti sei sentito PARTE DI QUELLA FANTASTICA FAMIGLIA… e a casa proprio non ci vuoi tornare!!

Il tempo ieri si è fermato, sono tornato un 15enne che ascoltava spasmodicamente il Dee Jay Time, uno di quelli che registrava i programmi della radio, uno di quelli che provava a fare l’ALBERTINO davanti allo specchio e avrebbe tanto voluto che in console ci fosse Mario Fargetta… uno dei Dj migliori del mondo, nonché una gran bella persona che ora gira il mondo con le sue produzioni firmate Get Far… io sono uno di quelli che un bel giorno a 19 anni se n’è andato dalla sua città nativa perché il suo sogno era fare la Radio, di entrare un giorno a Radio Dee Jay, anche per fare i programmi più improbabili e agli orari più sfigati… RAGAZZI, stiamo parlando della RADIO, non una radio a caso!!!!!

Ricordo ancora quando militavo a Hit Channel e poi Rtl 102.5 e in onda dicevo che il mio Idolo di sempre era Albertino!!!! Cazzo, quante sgridate che mi sono preso, ma chissenefrega… ieri tutto è stato giustificato e ha preso forma!!!

Sono orgoglioso d’essere nato nel 1982, orgoglioso d’essere sempre stato fedele a Radio Dee Jay, orgoglioso d’aver imparato a fare la Radio ed essermene INNAMORATO!! Orgoglioso di credere in un sogno: quello di arrivarci un giorno, proprio da umile operaio al servizio del lavoro più bello del mondo.

L’emozione nel veder sfilare tutto il meglio che l’Italia ha sfornato negli ultimi tre decenni sulla passerella del Forum, fa capire quanto Dee Jay sia un oasi nel deserto, una principessa sempre più affascinante, forse irraggiungibile, ma chissà…!!

Non mi vergogno nel dire che vedere Linus e Claudio Cecchetto sullo stesso palco mi ha terribilmente emozionato, quasi fossero miei due parenti che si riappacificano dopo anni di odio, così come vedere un “mostro” come Gerry Scotti abbandonare il suo aplomb super professionale, perché smanioso di volere essere ancora il Dee Jay di 30 anni fa… per non parlare del il mio Idolo di sempre Albertino, ovvero colui che non sbaglia MAI MAI MAI un intro con la voce vibrante di chi fa fatica a realizzare nonostante sia tra i migliori speaker radiofonici in assoluto…

mi sono sentito come parte di una Grandissima Famiglia!!! Non c’è niente di ieri sera che non mi faccia pensare: Radio Dee Jay è la Radio Migliore del MONDO e rimane il mio sogno più Grande!

Grazie Linus, grazie davvero per quello che hai fatto in questi ultimi 30 anni di radio e 18 di “paternità” ;)

Grazie anche a chi ha capito queste parole, a chi c’era ieri e oggi non ha voglia “di tonare a scuola”, dopo una “vacanza, la più bella del mondo”…

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: