Archivio | tentativi RSS feed for this section

Lontano dalla Nutella, Lontano dal Cuore

7 Apr

Ragazzi Aiutatemi! Si, sono Drogato…
Non riesco a fare a meno di mangiare la Nutella… All’alba dei 30 anni, posso dire di non essere un fumatore, un bevitore, un “tossico”, ma un mangiatore compulsivo di Nutella!

A dire il vero (non so come), sono riuscito a fare a meno di questa “Ambrosia degli Dei” per un anno e mezzo, fino a qualche mese fa. Una vera sofferenza, ma è stato il mio fioretto per una buona causa.

Non so se a voi succede, ma io comincio a credere d’avere dei serissimi problemi 😉 mangio la Nutella a cucchiaiate, senza neppure spalmarla, quando la metto in bocca ho un momento d’estasi dove faccio fatica a capire anche cosa mi succede attorno.
Pensate che fino a qualche anno fa la mangiavo di notte, quando tornavo dalle serate… Insomma, posso dire che la Nutella è il mio funghetto allucinogeno e tra i miei sogni c’è quello di visitare la Ferrero… anche se dovessi lanciarmi direttamente nel vascone pieno di crema con gli gnomi che ci lavorano attorno… (a me piace pensarla così)… 🙂 voi ci siete mai stati??? Io ci sono solo passato da fuori e l’aroma nocciolosa è da panico!!

Francesca mi dice di mangiare il cioccolato fondente, ma ragazzi: questa frase è un affronto, una bestemmia e vi confido che ho pensato anche di portarla dall’esorcista!! Il problema è che lei è una Naturopata inside e “Addicted” del Fitness… ma io NON CEDERÒ!!! 🙂
Se proprio volete provarci, leggete qui: Nonlovolevo e il Cioccolato

W la Nutella e organizziamo sta spedizione dai… Una bella Pasquetta in visita alla Ferrero, che Figata!!

20120407-202321.jpg

Altre 10 cose di cui un uomo non deve vergognarsi!

3 Apr

Ho notato che l’articolo di ieri: “Le 10 cose di cui un uomo non deve vergognarsi”, ha destato grande curiosità (non solo per gli uomini), quindi ho deciso di pubblicare altre 10 cose…
Vediamo se vi rivedete anche in queste 😉

1) Durante i Talk Show Politici non riesci proprio a fare a meno di addormentarti! 

2) Ogni tanto ti metti le dita nel naso per questioni di “manutenzione”, ma non riesci a trovare strumenti migliori delle dita per farlo!

3) Se non fossi ciò che sei, ti piacerebbe essere per 48 ore Rocky Balboa!

4) Pensi spesso: “è proprio necessario vivere da malati per poi morire da sani”!?

5) Pensi che quasi tutti gli alimenti che fanno bene, fanno però anche schifo!

6) Vai in palestra e ti rendi conto che non avrai mai la tartaruga degli addominali come il tuo Trainer, ma ti convinci d’essere bello dentro!

7) Se la tua fidanzata/moglie ingrassa, ti senti autorizzato a ingrassare anche tu!

8) Ti domandi se Dio esista, ma pensi che è forse meglio rimandare la questione di una trentina d’anni!

9) I tuoi amici sono volgari, scrocconi e caciaroni, ma tu ne vai fiero ed orgoglioso!

10) Anche se sai che nella matematica certezza non vincerai, ogni tanto punti 2 soldi nel superenalotto!

 

Se vi rivedete in queste 10 cose oppure ci rivedete i vostri lui non esitate a commentare quest’articolo e condividerlo sulla vostra bacheca FB o su Twitter 😉

 

10 cose di cui un uomo non deve vergognarsi!

2 Apr

Siamo come siamo e c’è poco da fare! In ogni uomo c’è qualcosa di Tamarro che infondo ci piace e non vogliamo abbandonare!
Nel senso che come uomini, siamo frutto della specie e dell’ambiente in chi siamo cresciuti.
Ci sono comportamenti che secondo alcuni sono bassezze, ma… per l’uomo medio sono punte di altezza 😉

Ci sono momenti in cui anche tu ti senti un vero maschio medio??? Bene, leggi le 10 cose di cui non devi assolutamente vergognarti!

1. La domenica hai il sacrosanto diritto di non farti la barba oppure fartela a regola d’arte e rimanere in bagno almeno due ore!

2. Spendi un patrimonio per comprarti l’ultimo modello di Tablet, ma continui ad usare il tuo Nokia preistorico.

3. Ti metti gli occhiali da sole, anche se il sole non c’è!

4. Stai male al pensiero di buttare via le tue vecchie scarpe da corsa che puzzano. Per te sono come 2 compagni di viaggio.

5. Metti gli slip, perché i boxer sono stati sicuramente inventati da qualcuno che non conosce l’anatomia maschile!

6. Anche se i padroni ci restano male, non puoi fare a meno di scoppiare a ridere davanti a un chihuahua, visto che per te tale animale non può essere considerato un cane!

7. L’ultima volta che sei andato in chiesa, c’era ancora la messa in Latino, del resto i tuoi bisogni spirituali sono soddisfatti dalla Gazzetta dello sport.

8. bevi la birra a collo e se ti scappa un rutto, pensi che ci sarà pur un motivo se hanno inventato le bottiglie. Il problema è che ti scappa anche dopo quella in lattina e li ti convinci che il problema nn è il contenitore, ma il tuo stomaco.

9. sai che un giorno dirai a vigili urbani e ausiliari del traffico ciò che pensi davvero di loro.

10. Dici che le donne sono più intelligenti degli uomini… ma il giorno dopo dici che gli uomini sono più intelligenti delle donne.

Queste sono solo 10 delle cose di cui un uomo nn deve vergognarsi… Il resto lo vedrete presto in video.
Se vi rivedete in tutto questo o ci rivedete il vostro fidanzato, condividete questo articolo 🙂

20120402-180940.jpg

Perchè papà ci riesce sempre!?

31 Mar

Sarà che siamo nati in epoche diverse, sarà che non abbiamo la stessa manualità, sará che l’unica cosa che usiamo delle nostre mani sono i polpastrelli per pigiare i tasti del computer… ma sta di fatto che il PAPÀ per definizione, ci riesce riesce sempre!!
Mi è capitato di dovermi districare in faccende tipo: stringere delle viti, mettere una tenda, montare un mobiletto, cambiare un neon etc.
Tutte queste faccende i papà le sanno fare… noi no!

Mio padre è sempre stato l’uomo Meccano, l’uomo delle piccole faccende domestiche, chiamato in causa per risolvere quelle cose casalinghe che altrimenti costerebbero un fottío chiamando uno “specialista”.

L’immagine di mio padre a queste faccende la lego al tavolo della cucina, con mille viti sparse su di esso e lui che con una pazienza certosina cerca di riassemblare il tutto… Io sarei già Impazzito!! Del resto la pazienza non figura tra le mie qualità!
Quasi tutte le volte che si è rotto qualcosa, lui è riuscito ad aggiustarla 🙂 Ricordo ancora di quante volte mi ha aggiustato il carburatore della mia vespa 50 (truccata) perché puntualmente lo ingolfavo facendo il tamarro a sgasare per Portici City!!!
Sono passati diversi anni dalla mia adolescenza, ma tutte le volte che ho bisogno di praticità, lui C’È!!! C’è quando c’è bisogno di forza nei traslochi, c’è quando mi si rompe qualcosa, c’è stato anche quando mi è arrivata la bicicletta che ho ordinato, giunta TUTTA SMONTATA…  e lui: “te la monto io“… Detto così, sembra quasi ridicolo, ma a me quella bici in mille pezzi sembrava un criptex di Leonardo Da Vinci e invece lui l’ha montata in un paio d’ore!

Un Papà rimane un uomo e non un Supereroe e da tale, come tutti, può sbagliare, ma rimane sempre il primo che quando eri piccolo ti esibiva come un trofeo, ti stringeva, ti proteggeva e forse anche il primo col quale si hanno scontri adolescenziali, ma rimane cmq il papà.
Ho voluto dedicargli questo post, perché tutti i figli maschi hanno i loro conflitti con il proprio padre e troppo spesso giudicano perché portati a credere: “I PAPÀ SONO (PER L’APPUNTO) COME SUPEREROI E NON POSSONO SBAGLIARE”… e invece, ripeto: non lo sono (e quindi neppure noi lo saremo con i nostri figli), ma cercano e cercheremo d’esserlo per non deludere mai quella parte di noi!!

Sono felice d’aver scritto di mio padre, perché nonostante sono adulto e forse qualche faccenda ho imparato a farla, voglio dire a mio papà: Ti voglio Bene!!

20120331-150751.jpg

NEW YORK!! Non vedo l’ora…

24 Mar

Ragazzi, FINALMENTE sono prossimo agli Stati Uniti! Ho aspettato tanto, ma ai miei 30 anni (che compierò a maggio), finalmente potrò dire: SONO ANDATO NEGLI STATES!!

Non so per quale motivo si dice SOGNO AMERICANO, ma vi assicuro che vivo una sensazione simile anch’io quando ci penso… non vedo l’ora di atterrare in Agosto a Miami, dove l’unica cosa che metterò sarà una camicia tamarrissima a fiori aperta (grazie anche alla costanza del mio Fitness Trainer Luca Di Stasio che mi ha ricordato che per la panza c’è ancora tempo…) e magari anche un paio di baffi alla Magnum P.i. non starebbero male dai eheheh… scusate, ma in AMERICA ho deciso che voglio fare il Tamarro anch’io e NULLA mi fermerà… neppure la cosiddetta età adulta!!

L’idea è quella di fare 6 giorni a Miami, con tappa alle Bahamas per non farsi mancare proprio nulla 😉 da li il pensiero malato è quello invece di prendere una Camaro GIALLA (tamarra al punto giusto anche quella) e risalire la costa “coast to coast” fino a NEW YORK CITY… i km sono davvero tanti, ma credo possa essere un’emozione fantastica e poi in auto saremo in 4: Io & Francesca (che tenterà di tagliarmi i baffi da italo-americano durante la notte) , Valentina  e Andrea (che in quanto a camicie improbabili non mi farà sentire solo). Insomma ci si divide lo sbattimento, ma volete mettere la figata di farsi la costa EAST in auto e magari dormire in un tipico motel americano (sperando non sia gestito dal protagonista di Psyco)… 😉

Se siete già stati negli States, vi chiedo un po’ di dritte: NOI ACCETTIAMO QUALUNQUE CONSIGLIO!!!

  • MIAMI
  • EAST COAST
  • NEW YORK CITY

Secondo voi cosa si deve fare o vedere PER FORZA!!

Ad ogni modo saremo fortunati, perché sul luogo ci sarà anche il mio amico e SOCIO Stefano Costa che ormai è NEW YORKESE acquisito!!!!

Nell’attesa, vi link uno dei miei dischi preferiti di sempre… ascoltatelo ad occhi chiusi, pensando d’essere a Central Park… Figo NO!?

 

Vi abbraccio e… W gli Stati Uniti!! Come OOOOOOOOOOON!!

Quando i tuoi sogni sembrano lontani, leggi questo…

11 Mar

Ognuno di noi ha i propri sogni, le proprie ambizioni e tutti almeno una volta ci siamo detti: “STOP”, mollo tutto!
Nulla di più sbagliato, uno, perché i sogni contribuiscono a vivere meglio e a credere in qualcosa e due, perché rinunciare vuol dire arrendersi.
Se siete tra quelli che dicono: “ormai è tardi”, allora provate a leggere le esperienze di questi sconosciuti qui sotto… 😉

p.s. i sogni ti aiutano a guardare in alto, vedere il colore del cielo, la cima delle montagne e male che vada potrai essere tra gli ultimi dei migliori perché c’hai provato e non il migliore tra gli ultimi della classe che sono rimasti a guardare 😉

  • Fred Astaire: dopo il primo provino cinematografico, la nota del regista della MGM incaricato delle prove, datata 1933, diceva: “Non sa recitare! Leggermente calvo! Sa ballare un po’!“. Astaire ha sempre tenuto quella nota sopra il caminetto nella sua casa di Beverly Hills.
  • Louisa May Alcott: autrice di Piccole donne, fu incoraggiata dalla sua famiglia a trovare lavoro come serva o come sarta.
  • Beethoven: maneggiava con difficoltà il violino e preferiva suonare le proprie composizioni anziché migliorare la tecnica. Il suo insegnante lo definiva senza speranza come compositore.
  • Enrico Caruso: i suoi genitori volevano che diventasse ingegnere. Il suo insegnante diceva che non aveva voce e non sapeva cantare.
  • Charles Darwin: padre della teoria dell’evoluzione, rinunciò a una carriera di medico e si sentì dire da suo padre: “Non ti interessa niente tranne la caccia, i cani e l’acchiappare topi.” Nella sua autobiografia Darwin scrisse: “Ero considerato da tutti i miei maestri e da mio padre un ragazzo molto ordinario, piuttosto inferiore alla media per intelletto.”
  • Walt Disney: fu licenziato da un direttore di giornali per mancanza di idee. Inoltre andò in fallimento diverse volte prima di costruire Disneyland.
  • Albert Einstein: non parlò fino all’età di quattro anni e non imparò a leggere fino ai sette. il suo insegnante lo definì “mentalmente tardo, asociale e sempre perso nel suoi stupidi sogni”. Fu espulso e gli venne negata l’ammissione al Politecnico di Zurigo.
  • Isaac Newton: era molto scarso alle elementari.
  • Rodin: suo padre disse: “Ho un figlio idiota.” Definito il peggiore allievo della scuola, Rodin per tre volte non riuscì a essere ammesso alla scuola d’arte. Suo zio lo definiva impossibile da istruire.
  • Lev Tolstoj: autore di Guerra e pace, si ritirò dall’università. Fu definito “incapace e non disposto a imparare”.
  • Henry Ford: fallì e si ridusse al verde cinque volte prima di avere finalmente successo.
  • Winston Churchill fu bocciato in prima media. Divenne primo ministro quando aveva ormai sessantadue anni, e solo dopo una vita di sconfitte e delusioni. I suoi contributi maggiori giunsero quando era ormai anziano
  • Irving Thalberg: direttore della Metro Goldwyn Mayer, a proposito di Via col vento, 1936 “Lasciamo perdere questo film non incassa nemmeno un centesimo“
  • Decca Recording Company: rifiutarono i Beatles nel 1962: “Non ci piace la loro musica, e la chitarra è fuori moda“.

Credete sempre nei vostri Sogni… 15 minuti di notorietà non li si nega a nessuno… E questo lo diceva un certo Andy Wahrol 😉

Farsi crescere i capelli

27 Feb

Ci sono momenti difficili nella vita di un uomo, tra questi il momento in cui si decide di farsi crescere i capelli…
La prima domanda che viene da farsi è: “perché lo faccio”…!? La maggior parte delle volte non esiste alcuna risposta!!!
Ebbene Amici, io ho preso questa decisione nello scetticismo generale, a partire da… me, ma nel mio piccolo cercherò di dispensare alcuni consigli per sentirvi meno cespugli del sottoscritto… 😉
Il primo è quello di trovare una motivazione per la vostra scelta… Io sto pensando ad un Fioretto, se no, conoscendomi andrei a tagliarmeli adesso…
Il secondo consiglio è di attraversare il periodo “purgatorio” (cioè quello di mezzo dove assomigli ad una scodella) con un atteggiamento da finto disinteressato, così da dare l’idea al MONDO che nn te ne freghi niente di assomigliare ad un casco di banane…
Se peró, proprio non ce la fate (come me) ad uscire di casa con i capelli da Clown, allora andate da Zara o H&M e comprate centinaia di cappellini!!!
Infine, non dimenticate che il capello sporco può tornarvi utile… Non troppo peró, se no ci rimanete con le mani dentro mentre tentate di pettinarli!!!
Concludo questo post, stringendomi cooore a cooore con chi come me sta tentando di farsi crescere sti benedetti capelli, fermo restando che ancora non ho trovato il motivo per cui lo stia facendo e non credo che lo troverò!!!
Enjoy!!!

20120227-164552.jpg

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: