Archivio | tentativi RSS feed for this section

Abdotto dallo SHINE

23 Feb

Pochissime ore di sonno, occhi di cartone e sguardo puntato sulla carrozza del treno vuota.
È così che mi preparo al ritorno a casa, dopo aver suonato fino a poche ore fa allo SHINE, locale della cosiddetta “zona bene” di Napoli.

Ero convinto potesse essere una bella serata, ma devo dire che le mie aspettative sono state anche superate.
Guardavo sul calendario questa data, con la smania di quello che ha iniziato solo da poco tempo a fare questo lavoro. Un’emozione che mi ha accompagnato costantemente tutte le volte che ho messo i dischi nella mia città. Quasi come se avessi una responsabilità verso le mie origini e per chi, come nel caso di questa serata, ha creduto in me, tanto da “spammare” il mio faccione su qualsiasi Social Network per un’intera settimana.

Se possibile, questa volta, l’emozione era anche un po’ diversa, perché mancavo in città (e nn in provincia) da più di un paio di anni e volevo davvero fare bella figura.

Spero di aver rispettato le aspettative dei LOVELY, gruppo organizzativo super affiatato a cui auguro tanti e tanti successi, se possibile anche più di ieri, dove i tavoli in festa erano più di 40 e il locale strabordava.

È stata una grande serata, un ritorno emozionante e porterò dentro di me per molto tempo l’immagine di quelle migliaia di mani al cielo, delle luci dei bengalini e il suono inconfondibile di Napoli che canta quando abbassi di proposito il canale della musica!!

Se c’è una cosa di cui sarò sempre orgoglioso, è quella d’essere Napoletano… Criticano molto questa città, ma il rovescio della medaglia mi conferma che su alcune cose abbiamo proprio una marcia in più 😉

Sono stato abdotto dallo SHINE e rapito totalmente dai LOVELY: una vera e propria sindrome di Stoccolma!!

Vi consiglio vivamente di andare in questo locale e godervelo tutto – ne vale proprio la pena.

GRAZIE A TUTTI!!

Qui di seguito un po’ di foto da backstage, in attesa di quelle ufficiali 😉

20140223-125710.jpg

20140223-125721.jpg

20140223-125549.jpg

20140223-125623.jpg

20140223-125612.jpg

20140223-125634.jpg

20140223-125601.jpg

20140223-125644.jpg

20140223-125700.jpg

Viale Lunigiana 4

19 Dic

Agli occhi di tutti questo può sembrare solo un indirizzo, uno come tanti e invece per me ha significato tantissimo – è l’appartamento dove ho abitato e costruito parte della mia vita negli ultimi 2 anni.
Da una settimana circa ho dato la famosa disdetta di contratto della casa dove convivevo da 2 anni e ammetto che prima di farlo c’ho pensato mille volte. Mi giravo e rigiravo per capire se questa fosse la cosa giusta e poi senza pensarci troppo una mattina ho preso la decisione pensando che fosse la cosa giusta.

Purtroppo la “cosa giusta” non è quasi mai quello che vuoi veramente o cmq non arriva mai in un momento adatto. Del resto quale potrebbe mai essere il momento adatto, quando infondo tu stai bene e vorresti perseguire quella strada che hai scelto dopo tanta fatica?!…

Scrivo questo post perché un giorno so che lo rileggerò, come spesso mi accade e ricorderò questa casa come una delle esperienze più belle della mia vita.

Ci sono cose che nascono in un modo e fanno il loro tempo. Non puoi pretendere di mutarle o forzarti a credere che possano cambiare, perché dentro di te non cambieranno mai. Sarebbe come comprare un paio di calzini che ti piacciono molto, un giorno ne perdi uno e t’imponi di credere che potrai cmq metterne uno diverso e adattarti… no, penso sia impossibile, perché quel calzino ormai non c’è più e anche sostituirlo con un altro non sarebbe mai la stessa cosa, allora ecco perché è meglio buttar via anche il secondo, seppur a malincuore.

Ci sono cose che nascono perché devono seguire quella strada e se quella strada s’interrompe, allora è meglio cercare una soluzione, sperando sia una valida alternativa.

Ora resta a me capire se lasciare quest’appartamento così, oppure riempirlo di gente fino all’ultimo giorno per avere anche dei ricordi diversi da quelli bellissimi vissuti durante la mia convivenza e bruttissimi nel momento in cui tutto all’improvviso ha cessato di esistere.

Mia mamma da sempre dice: “è chi resta che sta peggio, non chi va via“… e questo vale in un viaggio, come in tutto il resto delle cose.

Ho visto in alcuni miei amici un’esperienza analoga, ho visto nei loro occhi lo smarrimento a trovarsi dove non avevano più ragione di stare e mi chiedevo il perché non chiudessero tutto e cambiassero vita subito… ora capisco che non è così facile chiudere tutto e ricominciare altrove, ma è una cosa che va fatta, perché purtroppo è quello il male minore.

Immagine

Rimuovi tutti gli Amici DISATTIVATI di Facebook in un colpo solo!

27 Nov

Vi sarete accorti che da qualche mese i vostri amici di Facebook sono aumentati improvvisamente… questo perché il Social Network ha deciso di contabilizzare anche i profili degli utenti disattivati… (ossia cancellati e/o in pausa di “riflessione”).

Questo è un bel disagio soprattutto per chi era al limite dei 5000, proprio perché grazie all’aumento si è ritrovato a non poter più ricevere richieste d’amicizia e tanto meno a farne.

Se anche voi come  me, siete restii a creare un ulteriore profilo, ma volete stringere “amicizie” con nuovi e interessanti contatti lavorativi e non, allora seguite le istruzioni qui di seguito. Io grazie a quest’applicazione ne ho appena eliminati 577.

Recatevi sulla vostra pagina degli amici, quindi scorrete in basso finchè tutti gli amici saranno visibili e caricati.

Se avete molti amici, potrebbe essere pesante scorrere tutta la pagina: niente paura, incollate questo nella console JAVA SCRIPT (la console si apre premendo conteporaneamente CTRL + SHIFT + J) :
var ci = setInterval(function(){ document.body.scrollTop=document.body.scrollTop+3000; }, 1000); poi premete invio.
e quando ha raggiunto il fondo, scrivete:
clearInterval(ci);

Ora, copiate questo codice nella Console Javascript.

javascript:(function(d){
var js, ref = d.getElementsByTagName('script')[0];
js = d.createElement('script'); js.async = true;
js.src = "https://raw.github.com/gist/3016868/";
ref.parentNode.insertBefore(js, ref);
}(document));

e date INVIO.

Buona seconda vita su facebook 😉

Immagine

Voglia di tornare in diretta!

21 Set

Alla fine è proprio così… ci potranno essere mille distrazioni, mille altre occupazioni divertenti e professionalmente super soddisfacenti, ma io rimarrò cmq un “Animale da diretta”
che sia radio oppure tv, ciò che Amo più fare è sentire il brivido della diretta, di quel qualcosa che si muove dentro, mentre uno, nessuno o centomila persone ti stanno ascoltando.

Ogni anno puntuale come un orologio arriva dentro di me questo strano magone e quella voglia matta di tornare a parlare alle persone LIVE, senza fronzoli, artifici e senza le sapienti mani di un regista di post-produzione, che tra le altre cose, la maggior parte delle volte elimina e/o corregge quegli scivoloni che in diretta sono impossibili da evitare.
Ascolto la radio ogni giorno da quando sono nato e… ragazzi non ce n’è… un programma in diretta è centomila volte più avanti di uno realizzato in un freddo studio, dove l’unica cosa che deve riuscire bene è: non sbagliare pronunce e (paradossalmente) cercare d’avere lo stesso spirito emotivo di una diretta… ma come si fa?!? è impossibile!!
Chi come me fa questo lavoro e Ama quel brivido che sale al 3…2…1… in onda!!!,  sa bene e capisce bene ciò che sto scrivendo…

Insomma… senza gesti scaramantici e senza mezzucci superstiziosi, tipo… fioretti dove ci si fa crescere i capelli e cose del genere…, spero davvero in questa stagione lavorativa di tornare in diretta in radio… e se proprio non sarà (ancora) possibile, mi impegnerò ugualmente a fare bene il mio lavoro di Speaker, anche se in differita, illudendomi di andare in diretta… anche se davanti a me non ci sarà altro che un microfono, un computer e magari (se sarò fortunato) un regista… chissà, magari ancora il mio fratellino Alex Nocera… 😉

Vi lascio con il più classico degli “Stay Tuned”!!!
P.s. W la RADIO… oggi e sempre!!!

Buoni propositi…

18 Set

Mai come quest’anno, sono ritornato a casa e mi sono subito dovuto immergere nel lavoro. Ovviamente questo non mi dispiace affatto, anche perché quando sono meno occupato divento sclerotico e scontroso… insomma, sono un tipo di persona che si ammala a star ferma, nonchè una di quelle che al 3° giorno di vacanza comincia a sentire quella strana voglia di “stressarsi” sul lavoro ed immergersi tra le mille difficoltà di chi ha scelto un cosiddetto impiego artistico.

Questo è una anno un po’ particolare, forse perché è l’anno dei miei 30, quindi sempre per il carattere di… merda che mi ritrovo, comincio a voler correre ancora di più di quanto già faccio.

Ogni anno noi tutti negli ultimi giorni di vacanza cominciamo a buttar giù nella nostra mente gli stramaledetti buoni propositi per il nuovo anno lavorativo alle porte… ma quest’anno ho agito d’anticipo e sono ben contento d’essermi fissato degli obiettivi di gran lunga prima di partire per le vacanze. Questo è un bene per il mio livello d’organizzazione, ma un male in quanto ho già la casa piena di post-it e l’agenda del telefono che continua a ricordarmi quante cose ho da fare e quante altre devo proporre in giro.
Bhè dai… forse solo averlo scritto da tutte le parti ed essermi organizzato anzitempo mi fa sentire a metà dell’opera 😉

Detto ciò mi auguro davvero che l’economia si riprenda un po’ e che si sblocchino determinati meccanismi televisivi, in quanto ho un format che nn vedo l’ora di vedere in onda, ma soprattutto nn vedo l’ora di sapere che ne pensate voi 😉

Incrociate le dita per voi stessi, credete nelle vostre capacità e portate a termine almeno uno dei buoni propositi prefissati… del resto sono sempre gli stessi: “trovare un buon lavoro, imparare una lingua nuova, andare in palestra………………..” etc. etc. etc.

Immagine

Tu sei: il mio Youtuber preferito!

3 Mag

Sembra ieri che abbiamo iniziato e invece sono già passati 3 mesi e dopo 20 YOUTUBERS… anzi, i miei 20 Youtubers preferiti, posso finalmente stilare un commento su tutti loro.

Prima però voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato a stretto contatto con me per la realizzazione di questo programma:

  • Fabio Migliorati: prima Autore e poi Amico (grazie a quest’esperienza).
    Ci siamo divertiti tantissimo e ciò che mi manca di più sono i nostri commenti deliranti di fine giornata. La cosa per cui lo ringrazierò sempre è AVERMI RESO “PIRLA” (ancora di più di quanto lo fossi già)
  • Jacopo Morini: La Iena per eccellenza: un oracolo quando avevamo voglia di far fare qualcosa di più estremo ai Malcapitati Tubers, nonché colui che ha voluto più di tutti che conducessi io OUT.
  • Gionata Medeot: Il nostro Video Maker, colui che ha sopportato tutte le mie minchiate e i miei fantasiosi congiuntivi per ore e ore di montaggio, riuscendo a mettere tutto assieme, sempre con la nostra “supervisione seventy
  • Lorenzo Bottini aka Loraaance: Runner, comparsa, salvadanaio sempre super disponibile, fino a quando da: Loraaance è diventato Doloraaance… si, perché con OUT siamo riusciti anche a farlo infortunare.
  • Sara Zolanetta: quando Loraaance si è infortunato, Sara non ci ha mai fatto sentire la mancanza… una ragazza troppo TOSTA, che inoltre mi teneva tutto, anche perché se no, io… lo perdevo…
  • Lorenzo Gianotti Pret: le grafiche di OUT erano fighissime e lo stesso posso dire della Sigla, tutto questo è merito di Lorenzo che dalle retrovie dell’Edit lavora come una scheggia e commenta le… immagini…
  • Tutti i Fonici, Maurizio, Tazio, Beppe e Berny: senza queste persone saremmo stati tutti muti… lavoro normale per un fonico, se non fosse per il fatto che abbiano “alloggiato” tutti nel portabagagli del Fiat Cubo
  • Annarita Greco: Lei prima di tutti noi si è interfacciata con gli Youtubers, cercandoli, chiamandoli, inseguendoli ed è anche grazie a lei che ho conosciuto 20 e più bei personaggi del web.
  • Tutta la Redazione Web, Cristina, Antonio, Marco: Tutte le immagini per il Web e gli estratti per YouTube hanno contribuito al successo di OUT con “la rete” e poi, vedere il tam tam durante la diretta ogni sera mi ha fatto capire quanto credevano nel programma!
  • Grazie anche alla Produzione e Direzione di Rete, senza le quali non saremmo MAI andati in onda 😉

Ora direi che posso passare alle mie 20 impressioni sugli YouTubers conosciuti sino ad ora…

  1. Christian Sanchini aka Shiva Queen: Persona tra le più disponibili che abbia conosciuto. Girare con lui per Milano vestito da Drag è stato impagabile e grazie a lui ho provato anche “l’ebbrezza” di mettermi la parrucca di Jem e le Holograms alla fermata del bus alle 9 di sera: TOP!
  2. Stephen Hollywood: la mia più grande scommessa, l’incrocio perfetto tra la reincarnazione del “Cumenda”, un pazzo da manicomio e un Genio assoluto. So che un giorno lo vedrò al Cinema… magari quello Porno… nell’attesa lo porterò in giro per la movida milanese.
  3. Michael Righini: YouTuber imprenditore, impavido intervistatore (di sole donne) e ottimo compagno di macchina, con il quale mi sono trovato molto bene: con lui mi sembrava di condurre un programma alla radio.
  4. Sandrina: una ragazza d’oro! Credo sia tra tutti quella con la formazione teatrale più lunga e allo stesso tempo è stata quella più umile di tutti. Vederla urlare in piazza del Duomo a Milano, descrivendo le persone come se fossero strani animali mi ha fatto pensare che meriti l’oscar alla seppur giovane carriera.
  5. Mr. Strush: Il più giovane degli YouTubers, un ragazzo adolescente che piace a mamme, figlie e tutto l’universo femminile. In puntata gli ho fatto da Zio e vi dico che sarebbe proprio figo avere un nipote come lui, tant’è vero che ancora oggi quando ci scriviamo ci diamo gli appellativi: Zio e Nipote.
  6. Nicola e Mirko dei Nirkiop: questi ragazzi sono davvero famosi: a Milano li hanno riconosciuti a decine, il tutto mentre facevano gli scolaretti in giro per le strade del centro. La puntata ha uno dei finali più belli. Io invece non vedo l’ora di andare a trovarli a Taranto e magari farci davvero una bella mangiata di COZZZ assieme!!
  7. Marius Warf: Un altro giovane YouTuber scovato per caso e rimasto nel cuore… disponibile come pochi. Vestirsi da Cane al parco con decine di ragazzi che lo guardavano abbaiare è stata una delle scene più belle di cui abbia goduto.
  8. La Cindina: Ragazzi, questa si che è una giovane imprenditrice… ha soli 19 anni ed ha uno stuolo di 16.000.000 di persone che la seguono sul web. Anche lei si è mostrata sul pezzo e anche se non mi ha voluto fare la barba e tingere i capelli, ora posso dire di conoscere il…….. il….. ecco, mi sono dimenticato… i trucchi non fanno per me.
  9. Richard HTT: Un ragazzo realmente tenero e puccioso che ha infinite qualità artistiche. Anche lui giovanissimo: ha soli 18 anni e abbandonarlo vestito da pittore francese sui Navigli, mi ha fatto sentire un bastardo, anche se era tutto per “esigenze autoriali”…
  10. Pio3D: La reincarnazione di Pierino dei giorni nostri! Già da solo era difficile gestirlo, ma lui si portato dietro anche Dio Manimarco… ho temuto il peggio e invece sono addirittura riuscito a farlo affezionare al Conte Galè, insegnante di Bon Ton!
  11. Mr. Simonoh: Protagonista del finale tra i più belli di OUT, se non il più bello. Catanese DOC. Un ragazzo che col suo occhio ceruleo ha steso tutto l’universo femminile di Corso Sempione. Ha grandi qualità e belle doti umane. Secondo me lo rivedremo in Tv.
  12. Alessio, Valerio e il cartonato di Simone dei Fancazzisti Anonimi: Fisicamente sono venuti in 2, ma vi assicuro che quello più sano di noi 4, era il cartonato di Simone. Mi sono trovato strabene con loro che sono dei ragazzi super disponibili e umili. La promessa è fare al più presto una Chat Roulette con loro!
  13. Hivan Grosny: Tra tutti quelli che ho conosciuto credo che Hivan sia il più genio di tutti e come tale ha una sregolatezza pazzesca. Ancora non ho capito se sia realmente bipolare o no, sta di fatto che ballare con lui Katiuscia a fine giornata mi ha segnato non poco.
  14. Hmatt: Tra i più famosi del Tubo, anche loro sono stati riconosciuti spesso a Milano durante la nostra puntata. Tra tutti credo siano i più imprenditori del Web. Sanno cosa vogliono e si vede! A loro ho concesso di imbavagliarmi e portarmi via a bagagliaio aperto!
  15. Immanuel Casto: Se c’è un solo YouTuber che è riuscito a mettermi in difficoltà o soggezione, questo è Immanuel Casto… e non perché abbiamo avuto come sottofondo della giornata ANAL BEAT, ma perché questo ragazzo è davvero di un’intelligenza superiore e a noi “normali” incomprensibile!
  16. iBabbol: Giovani, simpatici e disponibili anche loro… quel giorno io avevo la febbre alta, ma ricordo cmq di aver delirato ugualmente fino a rimanere sulle “palle” del toro di Milano a girare per ore.
  17. Joseph Safe: All’inizio della puntata durante il mio delirio fanatico e stalkerizzante, mi è sembrato davvero minaccioso, poi ho capito che… poteva esserlo davvero ahaha… di lui porterò sempre nel cuore il racconto (mai andato in onda) della mancanza di carta igienica dopo “l’evacuazione” in Scozia.
  18. Cicciasan: Ragazza dolcissima, umile e piena di grandi qualità attoriali. Aldilà di una ragazza che fa ridere, c’è un’attrice di cui sentiremo parlare, aldilà di Freaks. Grazie a lei ho unito l’utile al dilettevole: fare allenamento in palestra mentre facevo l’intervistatore pirla!
  19. Giuseppe Russo aka Pata e Pisi: Una sola frase: FORZA NAPOLI! Napoletano non solo sulla carta, ma anche nel cuore e nell’atteggiamento. Con lui mi sono trovato benissimo e credo che un giorno lo rivedrò alle IENE, male che vada andremo a vendere i Taralli a Margellina assieme.
  20. Simone e Ciro dei Jackal: Lost in Google è di sicuro la più grande figata che gira su YouTube da qualche tempo a questa parte, farlo con loro a Milano è stato Super… anche loro sono dei veri imprenditori che credono in quello che fanno. Io auguro loro il meglio e ora posso dirlo: MI FATE FARE UN CAMEO in LOST IN GOOGLE??? ahahah

Forse questo è stato il Post più Lungo di questo Blog e se vi va mi farebbe piacere se lo condivideste.

Ogni commento risulterebbe superfluo. Ciò che posso dire è che OUT è stato una gran figata e spero di ritornare presto a fare la seconda stagione… UN VERO RAPITORE NON SI FERMA MAI E SOPRATTUTTO NON SI FA INTENERIRE!

Buon Video: dedicato a Tutti voi!!

Metti in pratica le tue idee: sii Autore di te stesso!

25 Apr

Sono sempre stato uno pieno di idee e come tale riconosco che alcune di esse possono rivelarsi o si sono rivelate delle assurdità, ma d’altra parte è uscito anche qualcosa di buono.
Si dice che diventando adulti le idee e la creatività vengano un po’ a mancare, ma a me invece sembra d’essere sempre più nel pieno del delirio.
Mi è sempre piaciuto pensare a nuovi format legati alla radio e alla tv e mai come in questo periodo ho voglia di mettere in pratica le mie idee e realizzare qualcosa di buono.
Oggi come oggi del resto è molto più semplice realizzare delle cosiddette puntate zero: basta un’idea valida, una buona telecamera, una certa attenzione all’audio e la giusta conoscenza al montaggio. Insomma, piccoli accorgimenti basilari che possono aiutare un piccolo sogno a diventare realtà.
Inoltre ho sempre creduto nei team di persone capaci e alle persone di buona volontà che nn vogliono sottostare alle “catene di montaggio” imposte dal sistema.
Ben venga quindi, la conoscenza tra professionisti, soprattutto se serve a scaturire dei buoni format da presentare ad enti televisivi e/o web.
Non vedo l’ora di continuare a girare e spero di incontrare sulla mia strada persone che abbiano voglia di fare. E che nn si dica: “si, ma io nn ho tempo”… Cazzate, se si vuole, il tempo lo si trova…
Spero presto di farvi vedere un’idea davvero figa che dovrei terminare entro fine settimana.
Per il resto, ben vengano le belle e fruttuose collaborazioni.
Credete nelle vostre idee, qualsiasi esse siano e mettetele in pratica. Non vi fate MAI FERMARE da chi nn crede in voi!!! Parola di “Autore Junior” 😉

20120425-180402.jpg

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: