Il controllo agli imbarchi degli aeroporti (questo sconosciuto)…

29 Giu

Dopo aver scritto un post sulla mia pagina Facebook, ho deciso di esportarlo anche sul mio Blog, proprio per non perdere le tracce delle spiccate abitudini di alcuni “SCAFATI” viaggiatori Italiani…😛

Eccolo:

“Tra i lavori che non vorrei fare mai, c’è il controllo agli imbarchi degli aeroporti.

C’è gente che prende un aereo, come se stesse partendo per Pandora. Come se l’aereo avesse le stesse strumentazioni dell’Apollo 14.
Ci sono persone che prima di salire per la prima volta su un aereo, si fanno accompagnare al serpentone anche dai perenti di settimo grado.
Parenti che puntualmente si incazzano quando gli si dice “senza carta di imbarco non si può entrare”, che subito dopo furbescamente accampano scuse sul peso del bagaglio pesante (di solito il bagaglio è uno zainetto acetato e 2 dolci tipici del luogo).
Signore che passano sotto il metal detector stringendo la borsa come scippatori, indossando 5kg di metallo tra braccia e collo, tanto da sembrare la reincarnazione della Dea Atena, oltre che sandali da centurione e quando poi suona (ovviamente) anche l’allarme dell’ipercoop di fianco all’aeroporto, si sentono risentite tanto da esclamare: “vabbè ma mica potevo togliermi tutto”…

Una signora mezz’ora fa è stata capace di dire: “scusate, ma se poi la borsa la ruBBano, io a chi lo vado a dire…
Gente che in coda ti dice “permesso devo prendere l’aereo” – e io che cazzo sto facendo secondo te?! Aspettando il rancio delle suore in fila???
Poi c’è sempre il fenomeno che in borsa porta 4lt. di liquidi e pianta un casino quando giustamente glieli fanno buttare – di solito questo sono recidivi all’infinito.
Passati i controlli, una volta sull’aereo ci si mette 74 minuti a sedersi perché puntualmente chi ha il posto 30C sale direttamente dalla cabina del comandante e impalla tutta la fila.
Se magari poi, preso da un attacco di costruttività, provi a spiegare che sarebbe stato meglio salire dalla parte anteriore, ti dicono SEMPRE una frase che potrebbe trasformarti immediatamente in un terrorista: “eeeh giovanotto tanto dobbiamo arrivare tutti“.
Ma che cazzo significa??? Ok dobbiamo arrivare tutti, ma ora la borsa nella cappelliera se la metta da sola.
Per fortuna il destino è galantuomo e per qualche strano motivo, le persone che dicono questa frase non superano mai il metro e 36.

Dopo 2h di ritardo siamo pronti a partire”.

Have a Nice Flyght… 

Immagine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: