Il Vocalist: un lavoro(?!) un perché…

4 Mag

Ringrazio JOELE PREVIOTTO, giovane MC di Alba, nonché ideatore di quest’articolo molto divertente, che non potevo non pubblicare sul mio Blog😉

Buona lettura e sappiatevi difendere dai vocalist😉

Accattivanti, appassionanti, curiosi, a volte eccentrici sono loro, i vocalist, che ogni sabato notte in discoteca intrattengono il popolo della notte a colpi d’ugola.
Un fenomeno ormai diffuso in tutto il mondo, ma che rivendica la sua paternità in Italia; proprio nel Bel paese, infatti, si assiste in ogni serata a show vocali atti ad intrattenere il pubblico.
Ma cos’è un vocalist essenzialmente? e soprattutto, quanti tipi di vocalist sono presenti in Italia?
E’ il caso di analizzarli uno ad uno a titolo informativo per prepararvi a dovere verso cosa state andando in contro ogni volta che uscite per andare a ballare:

1) UGOLA D’ORO: eccolo qui in cima alla lista, il vocalist italiano per eccellenza, colui che più che intrattenere la gente in pista cerca di dimostrare le sue doti canore sovrapponendo la sua voce ad ogni brano riprodotto dal dj.
SEGNI PARTICOLARI: sempre vestito in camicia, giacca e a volte un papillon che da un tocco di risalto alla sua personalit‡ eccentrica.

2) LO SBOCCIATORE: al secondo posto della classifica non poteva mancare che lui, l’unico ed inimitabile incitatore di tavoli, l’uomo che passa tutta la sera a salutare i tavoli a bordo pista, colui che ad ogni bottiglia si fionda dal tavolo e grida “LA SBOCCIAMOOOO!?”.
SEGNI PARTICOLARI: è un runner, passa tutta la sera a correre da un tavolo all’altro; urla ogni volta che vede una bottiglia.

3) IL BRITISH: terzo posto di diritto per tutti quei vocalist che per sentirsi cosmopoliti devono far sfoggio della loro conoscenza linguistica internazionale, maggiormente per quanto riguarda la lingua anglofona.
SEGNI PARTICOLARI: farfuglia tutta la sera frasi in inglese, dando un tono profondo alla sua voce “Come on, in the mix, let’s start the paaarty (piccola nota: tendono ad allargare la A di party, rendendo quella parola alquanto ridicola)”; tendenzialmente si tratta di vocalist del gentil sesso.

4) IL RAPPER: medaglia di legno per un nuovo tipo di vocalist in grande ascesa. Cerca di improvvisare su ogni pezzo, cerca e a volte trova rime apprezzabili, a volte veramente scontate e disastrose. Il suo fine è dare un tocco UNDERGROUND alla serata.
SEGNI PARTICOLARI: tende a vestirsi seguendo la tendenza Hip Hop, una mano sempre al Mic posizionato rigorosamente davanti alla bocca a coprirgli l’intera faccia, una mano invece imperterrita continua la sua ginnastica quotidiana del su e giù.

5) IL POETA: ormai quasi in disuso, quasi scomparso, il wwf lo annovera tra le razze in via d’estinzione. Il poeta è quel vocalist molto usato nelle vecchie serate progressive/hardstyle; Ë il Mad Bob della situazione, colui che trasmette pensieri e parole al microfono.
SEGNI PARTICOLARI: quando espone le sue opere Ë seguito da un sottofondo di arpeggi per dare una certa misticità alla situazione.

6) IL RAVER: non so neanche se si possa definire un vocalist; Ë semplicemente il tipo che passa il tempo a scatenarsi e ogni tanto urla qualcosa al microfono, come: “Ca**o ragazzi spacchiamo tutto questa notte”
SEGNI PARTICOLARI: sempre e rigorosamente sudato, vestito molto sportivo e con una leggera raucedine dovuta ai troppi urli.

7) IL JUKEBOX: un termine neanche troppo azzardato, corrisponde al DjJukebox. E’ un vocalist che passa tutta la serata a fare gli auguri di compleanno, a fare dediche lette da telefoni di terzi che rigorosamente lo assillano.
SEGNI PARTICOLARI: persona abbastanza timida ed indifesa che non aspetta altro che esaudire ogni vostro singolo vezzo.

8) IL GIOSTRAIO: l’intramontabile, ogni regione ne sfoggia almeno un paio; si comporta come se dovesse intrattenere persone sulla sua giostra, dimostrando di poter far alzare le mani proprio come farebbe un giostrai sul bruco mela.
SEGNI PARTICOLARI: SUUU LE MANIII, SI VOLAAAA.

9) IL VOCALIST-PR: purtroppo non si assiste solo al fenomeno sempre più diffuso in cui ragazzi che portano tavoli riesco ad approdare alle console dei club italiani, ora è anche il turno dei vocalist. La sua esibizione è un mix di saluti agli amici e momenti di silenzio in cui non sa cosa dire e come comportarsi.
SEGNI PARTICOLARI: è di un’età compresa tra i 18 e i 22, ha molti amici ed è abbastanza benestante. Sfoggia un’aria di superiorità accompagnata da una grande presunzione.

10) L’MC: l’ultimo della classifica non poteva che essere l’MC. Chi è o cos’è l’MC? Dunque, il termine è nato in Inghilterra (“Master of Ceremonies”) e distingueva i cosiddetti freestiler, coloro che improvvisano tutte le loro opere. Attualmente però nel mondo dei club l’MC Ë visto un po’ come la voce-spalla di supporto ai dj, atto a far divertire la gente, a far capire loro che il momento in cui partre il drop della canzone Ë arrivato. Dovrebbe essere eletto come vocalist d’eccellenza perchÈ puÚ vantare una grande conoscenza musicale e sa quando e come deve parlare e rivolgersi alla pista.
Purtroppo questo genere di vocalist in italia è sottovalutato poiché preferisce avere un occhio di riguardo per la pista piuttosto che per i tavoli.
SEGNI PARTICOLARI: Tende ad essere semplicemente se stesso, con la consapevolezza di essere in grado di fare quello per cui è pagato in maniera del tutto spontanea e serena proprio perchè è più una passione la sua, che un lavoro.

Immagine

Joele Previotto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: