Archivio | aprile, 2014

Ci vorrebbe un po’ di Autocelebrazione, ma proprio non ce la faccio…

13 Apr

Vorrei fare una riflessione sulla Nightlife di oggi, che vorrei condividere con i colleghi (per favore astenersi chi ha cominciato 20 minuti fa ad esercitare la professione):

È assurdo vedere come nell’epoca dell’apparire, quasi tutte quelle che consideravamo delle qualità, sono diventate delle debolezze.

Fateci caso: 
– l’umiltà è vista come un sintomo di debolezza.
– la disponibilità non è più apprezzata, perché considerata un impegno, un dovere che non prevede ringraziamenti, ma solo rotture di palle.
– avere un basso profilo è un difetto, di conseguenza la presunzione e l’arroganza sono scambiate per dimostrazione di forza.

Sento sempre più parlare di “format”, degni della migliore Wanna Marchi, di nuovi Dj che neppure sanno come si carica una chiavetta, di banfoni che guardano gli Olandesi su Youtube e poi li imitano malamente.
La situazione ormai è sempre più ridicola e l’assurdità è che i Direttori Artistici/Proprietari si eleggono a grandi conoscitori del nuovo mondo, parlando di artisti stranieri EDM come se fossero loro cugini, solo per sentirsi al passo con i tempi.

Specifico che non parlo perché “faccio fatica a trovare serate”, anzi, grazie al background, il marchio radio che rappresento, la comunicazione sui Social network, l’onestà morale, del cachet e al mio carattere in genere, ho la fortuna di non stare fermo nessun weekend, a meno che non sia per mia personalissima scelta.

Parlo perché sono “sorpreso” dai cachet che sento in giro: gente che non vale una pippa, che si vende a svariate centinaia di euro se non di più e dall’altra, per “contrappasso”, personaggi che se la menano come se fossero la reincarnazione di Hardwell, uscire a 50/80€ pur di farsi vedere. Ah quanto nomi potrei fare… Magari qualcuno si sta anche leggendo… 

Se c’è una cosa che ho sempre odiato, è L’AUTOCELEBRAZIONE, ma purtroppo oggi sembra una delle pochissime strade per farsi eleggere a “un grande” – che tristezza!!!

Forse dovrei scrivere ogni giorno un pezzo del mio curriculum per far sbiadire un sacco di gente, spiattellare Network Radiofonici, Tv, Club Italiani e stranieri dove ho lavorato, ma mi starei talmente sui coglioni da solo, che ancora una volta opterò per il “démodé” Low Profile… e lo so: purtroppo al giorno d’oggi sono io che sbaglio!!

Il sistema non cambierà, anzi, andrà sempre peggio.
Io continuo sulla mia strada, vantandomi timidamente delle mie esperienze, di ciò che rappresento oggi e del Network per il quale lavoro (e che al contrario di chi lavora per Radio Zozzone o Minchia Televison), NON OSTENTO per portare a casa 50€ in più…

Chi mi conosce lo sa: neppure chiedo che mettano la mia foto sui Flyers…

Ancora una volta, senza fare nomi, vorrei ringraziare comunque, i colleghi che da sempre stimo e che mi dicono: “la tua grande qualità è l’umiltà. Potresti menartela e non lo fai” – e continuerò a non farlo, anche se credetemi, quanto piacerebbe anche a me avere la faccia come il culo e vendere la presentazione di una sagra di paese, come il Dopo Festival di Sanremo 😉

Non sono fatto per l’AUTOCELEBRAZIONE. Sono fatto per chi (e per fortuna sono tanti), vedono in me un buon prodotto

Termino chiedendo gentilmente a simil Art Director, proprietari e affini di NON TAGGARMI nelle loro serate (dove non è previsto un mio ingaggio), a meno che non vogliate trovare un accordo economico e pubblicitario con me per arrivare agli oltre 36.000 contatti della mia pagina Facebook, i 6000 di Twitter, le 60.000 views del mio Blog… ah dimenticavo, i quasi 2.000.000 che ogni giorno ascoltano m2o…………. SIETE SEMPRE IN TEMPO PER PRENDERE “IL NUOVO CHE AVANZA“… 😉 #ECCHECCAZZO!!!
Grazie!

P.s. Vorrei citare la frase che mi ha detto spesso uno dei miei più cari amici: “TU DEVI BUSSARE CON LE GINOCCHIA E FARE CASINO QUANDO ENTRI“…

Immagine

Un’altra SFIDA… (e chi se lo sarebbe mai aspettato)…

11 Apr

Sono quel tipo di persona che raccoglie sfide da quando ha cominciato a doversela cavare da solo, dal giorno in cui mi sono dovuto rimboccare le maniche e guadagnarmi la cosiddetta pagnotta.
Non mi sono mai tirato indietro quando mi sono state fatte proposte, anche di quelle che erano vere e proprie sfide. Forse, l’unico comune denominatore di questi 31 anni di vita, è stato circoscrivere tutto in delle macro/micro aree che conosco bene e che racchiudono i mondi in cui mi sono trovato a lavorare. Parlo di Tv, Radio, Nightlife, Eventi e Comunicazione in genere.

Nel 2009, ormai 5 anni fa, mi è capitato di ricevere un messaggio privato su Facebook (che forse avevo da poco più di qualche mese), da parte di un certo Fabio Morreale, socio fondatore di un’associazione giovanile, ossia “La città dei Giovani” di Tortona.
Nel messaggio c’era la semplice richiesta di un incontro conoscitivo destinato a trovare un accordo per farmi presentare la Notte Bianca di quell’estate.
Arrivavo da due anni, dove avevo avuto la fortuna di presentare la Notte Bianca di Milano con Rtl 102.5 e successivamente quella di Como, quindi consideravo quest’impegno, la cosiddetta passeggiata.

Ricordo d’essere andato a Tortona per conoscere tutti i ragazzi capitanati da Fabio, stupendomi sin da subito per l’entusiasmo, la voglia di fare, ma soprattutto la grandezza dell’evento che volevano organizzare. Un evento che poi si è fatto, che ho avuto la fortuna di presentare, che si è svolto in ben NOVE piazze della città, tutte “vestite” a tema.
Insomma, “l’eventino” di provincia si è trasformato per me in una serata fantastica, che ricorderò sempre e che ha segnato l’inizio di una grande e inaspettata amicizia: quella tra me e Fabio. Dico inaspettata, perché arriviamo da due trascorsi talmente diversi che mai mi sarei aspettato potesse diventare una delle persone che stimo di più al mondo, oltre che uno dei miei migliori amici.

Dal 2009 ad oggi, d’acqua sotto i ponti ne è passata e con Fabio ci sono stati: cene, pranzi, eventi da presentare, discussioni, confessioni e tanto altro. Insomma, cinque anni intensi che non sto a raccontare.

C’è un filo conduttore però che accompagna tutti questi anni, l’impegno costante che Fabio Morreale ha sempre mostrato nei confronti della sua città: Tortona. Un impegno sociale delle associazioni apartitiche e apolitiche delle quali è stato presidente, vincendo peraltro un sacco di battaglie comunali, tutte per il bene e l’amore che ha sempre provato per la sua terra.

Ho sempre creduto che avesse tutte le qualità per candidarsi a diventare Sindaco di Tortona e gliel’ho sempre detto, sin dalla prima Notte Bianca insieme, dove invece proprio in quei giorni era stato eletto il nuovo Sindaco, che negli ultimi cinque anni non ha fatto altro (insieme alla sua giunta), che rovinare Tortona, spegnerla, mandare via i giovani e ingrigire chi invece ha sempre sbandierato l’orgoglio d’essere Tortonese, una splendida cittadina piena di storia, nonché la stessa che ha dato i Natali ad uno come Fausto Coppi.

Mi scuso per tutto questo prologo, ma era un modo per arrivare ad oggi.

Qualche mese fa, Fabio Morreale ha deciso (spinto da chi ha sempre creduto nel suo impegno sociale) a candidarsi come Sindaco di Tortona, con una Lista Civica che prende il nome di NUOVA TORTONA. Una lista che prende le distanze dai cosiddetti partiti politicizzati, dalla destra, alla sinistra etc.
NUOVA TORTONA è la lista civica che appartiene a chi Ama questa città e vorrebbe vederla rifiorire. Ecco perché lo slogan è: IL CAMBIAMENTO – il programma completo lo potete trovare sul sito: www.nuovatortona.it

Sul sito trovate anche tutte le battaglie VINTE sino ad ora da questa piccola grande realtà, che è riuscita a spostare diversi equilibri.

Arrivo finalmente a me.
Un bel giorno Fabio mi chiede se voglio far parte di NUOVA TORTONA, insomma se voglio entrare in questa lista civica.
Nella mia testa tuona una sola domanda: “perché io e perché proprio a me che la politica (soprattutto quella Italiana) non mi è mai stata a genio, cosa che gli ho chiesto.
La risposta è stata semplice, ma soprattutto convincente: “perché tu conosci i giovani, sai quello che vogliono, perché parli con loro ogni giorno e perché potresti essere la persona adatta ad aiutarmi a riportare l’entusiasmo dei giovani all’interno della propria città, organizzando giornate, eventi e manifestazioni proprio di carattere giovanile“.

Da parte mia: nessuna resistenza. Pronti via e sono saltato sulla macchina di NUOVA TORTONA, elaborando un programma di 12 punti a favore dei giovani e candidandomi a Consigliere Comunale di questa città.

Fino ad oggi me ne sono stato zitto, ma non vedevo l’ora di svelare questa cosa, anche perché per quanto sia una cosa totalmente nuova, in un certo qual modo, strizza l’occhio a dei valori in cui ho sempre creduto: I GIOVANI, I RAGAZZI, IL VERO MOTORE DELLE NOSTRE CITTA’!!!

Ci tengo molto a questa sfida e ci tengo molto ad impegnarmi al fine di fare vincere le elezioni del 25 maggio 2014 a NUOVA TORTONA, per vedere il mio Amico Fabio Morreale sindaco della propria città!

Non vedo l’ora inoltre, di svelare domani nel mio piccolo, i punti a favore dei giovani che ho elaborato, e portare i ragazzi Tortonesi dalla mia parte, non per un fattore politico, ma perché ho conosciuto una città splendente, una fucina di idee, che purtroppo negli ultimi anni si è spenta gradualmente.
IO CI CREDO!

Vi aspetto domani insieme a tutti gli Amici di Nuova Tortona e tutti quelli che credono nella rifioritura di questa città, in Piazza Malaspina, uno dei punti nevralgici della città.

Nell’attesa, guardate il video del programma completo che trovate sul sito.

P.s. GRAZIE Fabio Morreale, grazie di aver creduto ancora una volta in me!

Immagine

 

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: