Un messaggio da NAPOLETANO agli Italiani. facciamo qualcosa per LA TERRA DEI FUOCHI.

30 Set

Non manco mai di vantarmi d’essere Nato e Cresciuto a Napoli, anche quando si parla di noi per ciò di cui non ti vanteresti mai – lo faccio perché Napoli ed essere Napoletano dev’essere un vanto e non una vergogna, a causa di ciò che (purtroppo) cmq accade.
Il mio legame alla mia città è talmente viscerale, che almeno 2, 3 volte l’anno devo “scendere giù” per respirare quella che è la mia aria, quella che è la mia terra.
Sì… RESPIRARE… quello che purtroppo già da anni non possono fare gli abitanti che risiedono in quella che è stata tristemente ribattezzata la TERRA DEI FUOCHI.

Finalmente, si comincia a parlare, finalmente l’omertà si sta mettendo sotto i piedi e le coscienze si stanno risvegliando, iniziando a parlare dell’indecenza che da decenni si nasconde sotto il terreno attorno alla zona dell’Aversano.

E’ assurdo dover leggere di bambini che muoiono a causa dei rifiuti altamente tossici che giacciono sotto i terreni Casertani/Napoletani, è assurdo dover vedere delle famiglie, già spesse volte  disastrate dalla piaga della mancanza di lavoro, dover anche avere paura di mettere il naso fuori casa, perché ogni micron d’ossigeno che si respira, può essere un potenziale cocktail di tossine nocive e mortali!!!

Io mi vanto, come già detto di tutto ciò che di bello ha la mia terra, ma mi vergogno al pensiero di dover leggere di gente comune, innocenti e bambini che muoiono a causa di chissà quale schifo giaccia sotto le famose coordinate confidate dall’Ex Boss Casalese Schiavone.

Ricordo quando ancora abitavo a Napoli. Ho vissuto nella mia terra fino ai 19 anni.
Ricordo che prima di uscire di casa ricevevo mille raccomandazioni da parte dei miei genitori, soprattutto nel fare attenzione alle siringhe a terra. Era un vero terrore per noi uscire e aver paura di piantare la suola delle scarpe su una di quelle siringhe, ma MAI avrei immaginato di dover fare attenzione anche a ciò che c’era sottoterra. Questo mi spaventa e mi disgusta. Questo mi incute una paura tremenda e se solo dovessi fare crescere lì i miei figli, sarei terrorizzato, non solo da quello che c’è sul suolo, ma anche e soprattutto da quello che c’è sotto.

Credo sia giusto attirare quanta più attenzione mediatica sulla questione, perché non credo sia affatto giusto, che una terra, già troppe volte citata per fatti di cronaca legata alla camorra, debba scontare anche questa piaga.

Mi si stringe il cuore a sentir parlare genitori che hanno perso figli a causa della Leucemia. Ho l’orrore a vedere ammassati cumuli di rifiuti altamente tossici sulle strade, che proprio alla stregua di un Iceberg, nascondono il vero pericolo sotto a ciò che vediamo.

In questi momenti ci si chiede cosa si può fare… bene, credo che la prima cosa sia quella di DOCUMENTARSI, poi sicuramente andare su questo sito potrebbe farci capire altrettante cose: http://www.laterradeifuochi.it/
E
‘ chiaro che documentarsi e non condividere non serve a nulla. Quindi, visto che condividiamo sui Social Network qualsiasi tipo di minchiata, allora anche se non legati a quella terra, come posso esserlo io o coloro nati in quelle zone, FACCIAMO LO STESSO QUALCOSA!

Sul sito c’è anche una sezione legata all’angolo delle donazioni. E’ innegabile che oggi noi tutti o quasi abbiamo un occhio più attento alle uscite, ma anche in questo caso, un caffè in meno e 1€ in più per scavare, monitorare, eliminare ciò che sta ammazzando NAPOLI & CASERTA possiamo donarlo!

Qui non si tratta più solo di quello che vediamo in superficie, ma soprattutto di quello che c’è sotto e ancor di più, di quello che ancora non è stato scoperto.

AIUTIAMOCI TUTTI PER FAVORE!

Catturaaverrsa

Una Risposta to “Un messaggio da NAPOLETANO agli Italiani. facciamo qualcosa per LA TERRA DEI FUOCHI.”

  1. VenturaCareer 17 ottobre 2013 a 11:20 #

    Ciao Fabio! Anch’io sono napoletana (anche se molto girovaga!😉 ) e mi fa piacere che tu abbia dato spazio nel tuo blog a questo problema ancora oggi così attuale. Segnalo a te e ai tuoi follower un video che avevo realizzato a giugno 2008 tra Qualiano e Chiaiano. http://youtu.be/XAUIooDx9pc Lasciate pure un commento! A presto, Noemi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: