Quelli che inseriscono termini Inglesi a caso nei discorsi…

28 Mag

È da un po’ che meditavo di “dedicare” un post a tutti quelli che per un motivo (sconosciuto alle mie ragioni), smaniano dalla voglia d’inserire termini “BRITISH” in semplicissimi discorsi in Italiano… La prima considerazione è: MA PERCHÈ???????

Ok, andiamo per ordine: KEEP CALM and TAKE IT EASY…

I nervi mi sono saltati del tutto quando ho visto la nuova pubblicità di Sky, dove Simona Ventura dice: “My Sky ti rende la vita un po’ più SLOW”… SLOOOOOW… Ma perchè????? Perché obbligare “la Zia Pina” (con tutto il rispetto alle Zie Pine d’Italia) ad andare sul Dizionario cartaceo dello Zanichelli Inglese/Italiano a comprendere il termine “Slow” quando già pagano (almeno) 29€ al mese per avere il servizio?! – Era troppo difficile dire: “Calma, tranquilla, serena, imperturbabile, pacata, ordinata, silenziosa etc”??? Bah!!!
Che poi tra le altre cose, leggendo i labiali della Ventura ad X-Factor, nn mi sembra conosca l’inglese a menadito…

Ad ogni modo, le frasi inglesi usate ormai (e purtroppo) nel gergo comune sono tantissime.
Chiunque ha ricevuto qualche sms con un finale tipo: “SEE YOU SOON o LATER” o ancora: “LET ME KNOW” e perché no: “BE GOOD”!!!!
Oppure un Americanissimo: “What’s Up” o ancora: “Hey MAN”… Quest’ultimo mi arriva un giorno si e l’altro pure… HEEEELP direi…

Porca miseria, ma Perché?????

E quando chiamate un Amico e lui vi risponde: “sono in un meeting” oppure “oggi ho fatto un BRAINSTORMING”!!!

Ci sarebbe da parlare fino a domani, ma sarei più felice di sapere cosa dicono i vostri Amici di “Westminster”…

Saper parlare Inglese è davvero figo, ma lo è quando dimostri di saperlo fare all’estero (dove serve) e non in Italia per dimostrare d’essere passato per Miami, dove ormai la più Americana credo sia Nicole Minetti!!!!!

Sapete cosa vi dico, seguite e condividete questo articolo IF YOU WANT…
STAY TUNED!!!!!!!!!!!🙂

20130528-162152.jpg

3 Risposte to “Quelli che inseriscono termini Inglesi a caso nei discorsi…”

  1. klaramurnau 28 maggio 2013 a 15:35 #

    Pensa che non solo io inserisco termini in inglese nei discorsi (ma nessuno di quelli da te sopra citati) ma anche in francese. Naturalmente ho la giustificazione adatta, padre australiano e casa in Francia, e nonostante io non sia madrelingua di nessuna delle due lingue, la contaminazione e’ stata evidente nel mio excursus vitae.
    Certo che se prendiamo come caso la Ventura, che è già tanto se sa esprimersi in Italiano, mio caro Fabio è un po’ come sparare sulla croce rossa. La perdita dell’identità linguistica è un problema annoso grande quanto il mio sproloquiare in questo commento. Ma ho un alibi anche per questo: Maledetto traffico “de” Roma!
    Bisous, K.

  2. Tommaso Buonumori 29 maggio 2013 a 12:13 #

    Hai proprio ragione, però ogni tanto servono per sintetizzare un concetto quando appropriati. E’ peggio quando li fondono all’italiano. I peggiori che ho sentito ultimamente? Matchare, fittare o switchare…
    Quando sento chi ne abusa domando sempre “Would you like to switch to English?” Tutti preferiscono l’italiano…

  3. trasporti-roma 1 luglio 2013 a 20:53 #

    Continuate così, bravi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: