Archivio | marzo, 2013
17 Mar

Sante Parole Claudiè… Sono giorni che ti penso spesso e ho voglia di sentirti, ma il delirio (soprattutto della casa) mi sta avvolgendo del tutto.
Tieni botta… Sei una sognatrice e sai che su questo io mi rivedo e ti ammiro tantissimo.
Nn vedo l’ora di sentirti e rivederti…
Bacio

claudia genolini

Sono stati, gli ultimi, davvero dei mesi deliranti… Due regie alle spalle e altre tre da completare…

Non mi sono mai fermata, ho fatto tanto, per me, per altre persone, per il mio lavoro.

Eppure ogni tanto sbircio nel mio stomaco e sento … Eh.

Non è tanto un vuoto, ma uno sguardo. Gli occhi di una parte di te che trascuri, soprattutto quando fai di tutto per evitarla.

Lo sai che è li e nonostante tutto te ne stupisci. Ti stupisci di una cosa che sai già, che è ovvia.

Più che su “lei”, mi volevo soffermare su quanto ancora riusciamo a stupirci delle cose ovvie.

Io sono come i bambini in questo: so che il fuoco brucia eppure il ditino sul fornello ce lo metto comunque, che ne sai, magari stavolta non mi brucerò, la mia pelle sarà diventata più forte oppure oggi il fuoco sarà meno caldo del…

View original post 86 altre parole

Annunci
17 Mar

Uno Scrittore che ammiro particolarmente e che rivedo tanto in me in queso post.
Le radici sono sacrosante e andar via non è sempre così facile come sembra… Non una fuga, ma una necessità… Ben venga se quest’ultima diventa virtù.
Comprerò il libro.

antoniomenna

ImmagineSono molti anni che mastico, a bocca amara, la questione del rapporto con le radici. Il legame con il proprio luogo. La rete di affetti. Il desiderio di camminare sulle strade dove sono si è stati bambini, di veder crescere gli amici di infanzia, di battersi per il proprio quartiere, o di sostenere la vecchiaia dei propri genitori.

Vivere nella casa dove ha vissuto tuo padre, e prima ancora tuo nonno.

Prendere l’ombra della grande quercia.

Sento questo tema in prima persona perchè dentro di me è irrisolto. Combatto continuamente tra due tensioni opposte (andare, restare), e non ho mai saputo scegliere (alla fine, scegliendo).

Sia chiaro: non mi unisco all’eterna, e stucchevole, guerra tra chi va e chi rimane. A Napoli, in questo senso, c’è una sfida storica, e ridicola, alimentata da una certa pubblicistica improvvisata.

Chi resta si sente eroe in trincea e accusa chi se ne va…

View original post 740 altre parole

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: