Archivio | gennaio, 2013

Cover Tatuaggi

30 Gen

Non avrei mai pensato di farlo… anzi, sono sempre stato contrario a chi rimuove tatuaggi o li copre con altro e invece oggi lo farò anch’io.
Ancora una volta come spesso è accaduto negli ultimi due mesi della mia vita, mi trovo ad abbattere delle convinzioni con più naturalezza di quella che pensavo.

Sulla spalla destra ho un sole tribale fatto ormai almeno 8 anni fa, appositamente vuoto al centro e sin da subito sono stato convinto di volerlo lasciare tale fino all’avvento del mio primo (eventuale) figlio. Insomma, l’idea era quella di scriverci in un futuro l’iniziale del “primo De Vivo”.

Due anni fa circa invece mi è balenata la malsana idea di scriverci l’iniziale “F” con un piccolo 2 che starebbe a significare (F al quadrato). Questo rappresentava simbolicamente la scelta di legarmi davvero ad una persona, un passo importantissimo (non capito) e un modo per potermi scusare di un errore – che idea di merda! 🙂
Negli ultimi due anni non mi sono mai pentito d’averlo fatto e soprattutto mai ho rimpianto la mia scelta originale, proprio perché convinto dell’importanza del gesto. Mi sono anche sempre detto che non l’avrei mai tolto, perché parte del mio percorso, a meno che non fosse venuto a mancare il rispetto verso la mia persona. Una cosa che va aldilà di ogni rapporto. 
Purtroppo il rispetto verso la mia persona e il ricordo è stato talmente calpestato che la decisione di rimuovere quel simbolo è l’unica scelta possibile. Ecco perché oggi sono felice di eliminare questo tatuaggio, anche se un po’ ce l’ho con me, perché quello spazio avrei dovuto lasciarlo alla mia scelta originale, ossia quella di scrivere l’iniziale del mio prossimo eventuale primogenito.

Qualcuno recentemente mi ha detto: “ricorda che certa gente arriva dalla strada, i figli sono per sempre”… Aveva e ha perfettamente ragione.

Immagine

Sometimes you gotta lose to win again!

25 Gen

…una frase che ho sentito per caso qualche settimana fa in radio, non un giorno qualunque, ma quello dove ho ricevuto la notizia del mio ritorno in diretta. Questa frase era la parte del testo di una canzone di cui non ricordo il titolo. Insomma, la canzone non mi è rimasta particolarmente impressa, ma questa frase l’ho sentita immediatamente mia a tal punto di farla diventare un tatuaggio. Una scritta fatta con un font semplicissimo… come semplicemente sto rimettendo tutte le caselline della mia vita a posto.

Due anni fa mi ero (quasi) promesso di non tatuarmi più e di fermarmi a 7, il mio numero preferito e invece è strano come la vita tutto d’un tratto rimette tutto in discussione e anche tu ti senti più leggero a tal punto da ritrattare delle decisioni che fondamentalmente non avevano alcun senso.
Non ho mai pensato che l’abito faccia il monaco, anzi, credo che stupido è chi giudica una persona per il numero dei suoi tatuaggi oppure per i piercing che porta, quindi, ecco arrivato il mio nuovo “segno distintivo”, fatto da Diè Tattoo (che vi consiglio)… si trova a Trezzano sul Naviglio (Mi).
Tra l’altro ci torno settimana prossima, ma per una cover.

E’ proprio vero… per poter vincere di nuovo, talvolta devi perdere o quantomeno guardare impassibile come ti fanno goal, anzi DEVI MANDARE GIU’… è così che si recuperano le forze ed è proprio li che ti sale la rabbia e la voglia di ribaltare la partita. Un match che risponde alla parola VITA e che purtroppo ancora in molti affrontano nascondendosi vigliaccamente!

Siamo arrivati ad 8, si un numero pari, ma anche una cifra estremamente fortunata per il popolo del sol levante – tratto distintivo dell’infinito. Speriamo sia di buon auspicio 😉

Immagine

Sentimenti di quest’ultima settimana…

19 Gen

L’ultima settimana è stata un concentrato misto di emozioni… mi sembra quasi d’aver vissuto sei mesi e non cinque giorni… e non perché il tempo è passato lentamente, ma perché ci sono state una serie di cose che di solito richiedono lassi di tempo molto più lunghi.

Inizio con quella che di sicuro è la notizia più bella, quella forse più inaspettata, quella che volevo con tutte le mie forse da tempo: Tornare finalmente in diretta in radio… di sicuro la cosa che Amo di più al Mondo!
Per questo mi sento di ringraziare chi c’ha creduto e ha scommesso sul sottoscritto.

Una settimana costellata da una splendida notizia e da un “ricominciamo” che aspettavo da tempo deve pur sempre avere una nota stonata, ma che in fondo mi fa ridere… insomma, è assurdo vedere come chi ha ricevuto da te la vita, ora punti il dito su di te, perché una vita te la stai rifacendo tu.
Insomma, è proprio vero: fin quando te ne stai buono buono va tutto bene, poi quando sbatti in faccia che ora STAI BENE, questa cosa da un gran fastidio, anche a chi dice di averti Amato, ma che in fondo ha dimostrato sin da subito che di te non gliene frega proprio niente, ricamando il tutto con una serie di “fantastiche” frasi fuori luogo e comportamenti da persona squallida.
Alla fine è proprio vero: “E’ sempre il Bue che da del cornuto all’asino“… il resto sono solo commentucci…

Ad ogni modo ringrazierò sempre chi mi ha voluto davvero bene e sostenuto durante i momenti NO, ma soprattutto come dirò sempre: non ringrazierò tanto chi mi ha accarezzato la testa, ma CHI GIOISCE DELLE TUE SODDISFAZIONI e non schiatta a vedere che ora stai finalmente meglio 😉

In questa settimana inoltre ho capito che esistono persone che senza fartene accorgere ti entrano dentro e ti guardano con quegli occhi che tanto ti mancavano e che tanto ti fanno sentire unico… quindi… Grazie…

Una Buona settimana a voi… voi che siete persone oneste, munite di buoni sentimenti e che gioite delle gioie di chi Amate veramente 😉

Immagine

I Want NEW YORK!

10 Gen

Vi è mai capitato di vedere in un posto nuovo, tutto quello che più vi assomiglia e che più avete sempre cercato?!
A me è capitato vedendo due città: Londra e soprattutto New York… una città che ancora oggi mi capita di sognare la notte, per poi risvegliarmi al mattino con la voglia di tornare.
Non ci sono stato molto la scorsa estate, ma mi è bastato per innamorarmene. Forse anche perché ho evitato di vederla con gli occhi del turista, ma ho quantomeno cercato di immedesimarmi come un vero e proprio cittadino NewYorkese!

New York non è una di quelle città, che come Parigi o Roma ad es. ti rapiscono per l’architettura o per il romanticismo, ma ha una magia tutta sua, che le appartiene e che forse è difficile da decifrare.

E’ da un po’ di giorni che mi balena in testa un’idea: quella di andare a New York per tutto il mese del prossimo agosto, soprattutto se sarò libero da impegni di lavoro. Oppure anche se gli impegni ci saranno – certi colpi di testa si fanno e basta.
Certe cose si fanno (forse) quando sei ancora giovane… giovani dentro, con lo spirito e l’assenza della paura di prendere e partire, adattandoti anche ad un lavoretto mai fatto per poterti mantenere un mese intero dall’altro capo del mondo.

Non so se lo farò, ma ne ho tutta la voglia e so bene che se mi metto una cosa in testa difficilmente me la tolgo 😉
Mi piacerebbe da morire!!

Mi ritrovo da due mesi a riscrivere gran parte della mia vita e vorrei che certe parentesi possano far parte del mio prossimo futuro. Chissà con chi… di sicuro con me stesso… la più grande risorsa che oggi ho e che nessuno mi toglierà mai!

I LOVE NEW YORK!

Immagine

claudia genolini

"La Vita è troppo bella per essere insignificante" C. Chaplin

Social Girls

Il blog (semi serio) di @cristinasimone

postumano

umanesimo, postumanesimo o transumanesimo?

VdiC - Vomito di Caramelle

1. Esternazioni violente su ciò che è fatto male 2. Respect per tutti gli altri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: